Unipol non vuole più i rating di S&P

di Mauro Romano
Il gruppo Unipol dice ufficialmente stop a Standard & Poor’s. L’agenzia ha ritirato, su richiesta di Unipol , tutti i suoi rating relativi al gruppo e alle sue controllate, come era già avvenuto a febbraio dell’anno scorso per Generali . La richiesta «scaturisce da un’attenta analisi e si basa principalmente sulla non condivisibilità per l’acritico e rigido utilizzo di modelli valutativi e per l’applicazione meccanica di alcuni criteri metodologici, come la limitazione del rating di UnipolSai Assicurazioni al livello del rating sovrano», hanno dichiarato ieri da Bologna. Il problema è insomma l’investimento in Btp. Tali approcci «hanno impedito che i risultati conseguiti da Unipol nel corso del piano industriale 2013-2015 potessero essere riflessi in una più adeguata valutazione», hanno aggiunto, ricordando che la compagnia continuerà ad essere valutata da Fitch, Moody`s, AM Best, Dagong Europe. S&P aveva assegnato il rating BBB-a UnipolSai e BB a Unipol . (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf