CVT 2010-2014: evoluzione della raccolta premi

Il ramo C.V.T. comprende le assicurazioni contro ogni danno subito dai veicoli
terrestri, esclusi i veicoli ferroviari. I premi del lavoro diretto italiano raccolti nel 2014 dalle 56 imprese nazionali e rappresentanze di imprese estere con sede legale in uno stato terzo rispetto allo Spazio Economico Europeo che hanno esercitato il ramo, sono stati pari a 2.387 milioni di euro, con un decremento del 1,1% rispetto al 2013.

Download (PDF, 27KB)

Quindi, per il settimo anno consecutivo la raccolta premi del ramo ha registrato una
flessione, comunque in rallentamento rispetto ai precedenti esercizi. Il peso dei premi sul
totale della raccolta nei rami danni, realizzata dalle sole imprese che hanno esercitato il ramo in questione, risulta sostanzialmente stabile rispetto al precedente esercizio, portandosi al 7,5% (7,4% nel 2013).

L’analisi della raccolta premi per fasce di mercato, nel periodo in esame, pone in evidenza nella prima fascia la riduzione sia del numero di imprese (10 nel 2009 rispetto a 5 nel 2014) che della quota di mercato (dal 67,7% nel 2009 al 61,6% nel 2014). Invece, sempre confrontando il 2009 con il 2014, le imprese appartenenti alla seconda fascia restano stabili (6 imprese), con forte crescita nella quota di mercato (dal 13,4% al 19,8%). Anche per quanto riguarda la terza fascia, si nota una sostanziale stabilità
sia del numero (da 19 a 18) che della relativa quota di mercato (dal 15,5% al 16,1%). Infine, con riferimento all’ultima fascia di mercato, si registra una riduzione marcata del numero delle imprese (da 37 a 27, a causa soprattutto di operazioni di fusione) e una flessione della quota di mercato (da 3,4% a 2,6%).

Download (PDF, Sconosciuto)

I 7 gruppi con portafoglio premi del ramo C.V.T. superiore a 100 milioni di euro hanno
presentato nel 2014 una raccolta, realizzata da 23 imprese (41,1% delle
imprese esercenti il ramo), che è ammontata complessivamente a 1.894 milioni di euro
(79,4% del totale mercato di ramo).

Download (PDF, 20KB)

Fonte: IVASS, Statistiche relative alla gestione dei rami: 10. Responsabilità civile
autoveicoli terrestri; 12. Responsabilità civile veicoli marittimi, lacustri e
fluviali e 3. Corpi di Veicoli Terrestri (Dati aggiornati al 2014)