Reale Mutua: positivi i risultati del bilancio 2013

L’Assemblea dei Delegati di Reale Mutua di Assicurazioni,in rappresentanza di quasi 1.400.000 Soci/Assicurati, si è riunita per l’approvazione del Bilancio diEsercizio e per l’esame del Bilancio Consolidato di Gruppo, riferiti al 31 dicembre 2013.

Il bilancio di Reale Mutua del 2013 chiude con un utile civilistico di 88,3 milioni di euro; la raccolta premi del lavoro diretto cresce del 3,3% rispetto al precedente esercizio, con un significativo sviluppo nei rami vita (+18,9%) e una diminuzione nei rami danni (-2,7%), decremento inferiore a quello registrato dal mercato.

Il combined ratio, ovvero l’indicatore che misura la parte dei premi utilizzata per coprire il costo dei sinistri e le spese di gestione, si attesta al 94,3%, continuando il percorso virtuoso di miglioramento, iniziato nel 2010 e proseguito negli anni successivi, che, in soli 4 anni, ha portato a una positiva diminuzione dell’indice di ben 12 punti percentuali (nel 2009 si attestava infatti al 106,2%).

L’indice di solvibilità, pari al 463%, si posiziona sempre ai vertici del settore, confermando l’elevata solidità patrimoniale della Società.

Passando al bilancio consolidato, il risultato del 2013, calcolato secondo i principi contabili internazionali (IFRS), esprime un utile di 94,9 milioni di euro, contro i 73,4 milioni di euro del 2012.

La raccolta premi del lavoro diretto supera i 3,5 miliardi di euro e registra un aumento complessivo del 2,3% sul passato esercizio, il combined ratio si attesta al 92,7%, in miglioramento di ben 7,4 punti percentuali (+0,7 punti se si considera il 2012 al netto degli effetti del sisma in Emilia Romagna), e l’indice di solvibilità si posiziona ampiamente sopra alla media dei principali gruppi competitori, sia italiani sia europei, con un valore del 219%.

Le principali compagnie assicurative del Gruppo Reale Mutua, Italiana Assicurazioni e la controllata spagnola Reale Seguros Generales, registrano anch’esse risultati positivi e incrementi dei già importanti indici di solvibilità; in utile anche Banca Reale, la partecipata del settore bancario del Gruppo.

Nel suo intervento, il Presidente Iti Mihalich ha sottolineato quanto segue: «Siamo lieti dei risultati ottenuti, migliori di quelli presentati in via preventiva alla fine dello scorso anno, che confermano la costante crescita e il consolidamento della solidità patrimoniale, mantenendo sempre elevata la forte attenzione rivolta ai nostri Soci/Assicurati. A tal proposito, -ha aggiunto il Presidente Mihalich – mi preme evidenziare l’impegno del Gruppo a sostegno di iniziative di carattere innovativo che ci permetteranno di continuare a rafforzare la redditività e lo sviluppo, nel pieno della nostra missione, improntata alla massima tutela nei confronti dei Soci e alla salvaguardia della nostra autonomia e indipendenza.».

Il Direttore Generale Luigi Lana ha poi evidenziato ulteriori aspetti: «Sono molto soddisfatto degli ottimi risultati ottenuti nell’esercizio passato, a conferma della validità delle azioni da noi intraprese in questi anni. Continua a essere elevato l’impegno nei confronti verso i nostri Soci/Assicurati: il 2013 si è caratterizzato per l’erogazione particolarmente elevata nei loro confronti, pari a oltre 9 milioni di euro, di cui 2,5 milioni di euro circa a favore dei Soci delle zone colpite dal terremoto dell’Emilia Romagna, in benefici di mutualità. Il futuro non ci preoccupa –prosegue Lana – continueremo ad affrontare e superare con tranquillità le difficoltà che si presenteranno, come accade da quasi duecento anni, adempiendo alle richieste di un mercato divenuto sempre più complesso, seguendo l’evoluzione della concorrenza in termini di modalità gestionali, tecnologie e processi, nonché fronteggiando al meglio il diverso modo dei consumatori di approcciare le assicurazioni.».