USA: Progressive “segue” i suoi assicurati

Negli USA, l’assicuratore specializzato nell’auto, Progressive ha registrato un certo successo  con un nuovo sistema di registrazione del comportamento al volante dei conducenti assicurati.

Questi possono ottenere uno sconto fino al 30% e il problema della protezione della vita privata è limitato perché il sistema non utilizza la tecnica satellitare. In un solo anno più di 100mila assicurati sono passati a questo sistema chiamato “police Snapshot”.

L’apparecchiatura, lo snapshot, viene fissato nel veicolo (non può essere utilizzato nei veicoli anteriori al 1996), per lo più sotto lo sterzo e registra la frequenza con cui l’assicuratore prende il volante, le ore e la tipologia di condotta. Se utilizza con moderazione il pedale del freno, se percorre più o meno km, se non circola in ore di punta, né di notte, ottiene una riduzione sul premio.

Non facendo uso della tecnologia satellitare la localizzazione del veicolo rimane sconosciuta e le infrazioni ai limiti di velocità non vengono constatate.

Dopo trenta giorni di utilizzo i clienti di Progressive ricevono una proposta di premio. Al termine della scadenza contrattuale (un semestre) viene fissata definitivamente la riduzione e l’apparecchio viene rinviato all’assicuratore.

Solo in caso di modifica importante del contratto, Progressive può chiedere che l’apparecchio venga reinstallato.