Ipotesi (improbabile) di Milano in FonSai

Seduta in rialzo, ma senza spunti particolari, per FonSai (+0,57%) e Milano assicurazioni (+1,17%) con il mercato che non si è scaldato più di tanto all’ipotesi di fusione tra le due compagnie. Nel corso dell’assemblea di Milano assicurazioni, infatti, l’a.d., Emanuele Erbetta, non ha escluso l’ipotesi di merger con FonSai, chiamando in causa la redditività. Ma c’è un rischio: Premafin, holding di controllo della famiglia Ligresti, ora ha la maggioranza di FonSai. Dopo l’aumento di capitale, avrà la maggioranza congiunta con Unicredit. Con la fusione tra le due compagnie, i Ligresti si diluirebbero ulteriormente e FonSai diventerebbe scalabile.

Secondo un analista, «l’operazione ha senso anche perché, nell’ottica di Solvency 2, tenere una percentuale così alta di capitale non comporta alcun tipo di beneficio, anzi ha effetti negativi».

Per altro, l’a.d., nel corso dell’assemblea, ha ribadito che Milano assicurazioni è «assolutamente» appetibile dal mercato.

Alla fine, la maggioranza ha dato il via libera al bilancio e ha dato la delega al cda per l’aumento di capitale fino a 350 milioni di euro. La proposta ha incontrato le forti critiche di numerosi piccoli azionisti e il voto contrario di un nutrito numero di fondi internazionali.