Il Leone di Trieste si consolida in Vietnam

Il ministero delle finanze vietnamita ha consegnato all’a.d. di Generali, Sergio Balbinot, la licenza per operare nel ramo vita. La nuova compagnia, Generali Vietnam life insurance company, detenuta al 100% da Generali, ha sede a Ho Chi Minh City, dove, a fine 2009, era stato aperto un ufficio di rappresentanza. Lo scenario dell’economia vietnamita è estremamente favorevole allo sviluppo dell’industria assicurativa, che ha visto una crescita del 22% nel solo 2010, grazie ai favorevoli fattori demografici (88 mln di abitanti, 60 dei quali attivi) e alla bassa penetrazione assicurativa (appena l’1,6% del pil) associata a un tasso di risparmio interno prossimo al 30%. Il pil è cresciuto del 6,78% oltrepassando la soglia di 100 mld usd. È poi significativo il risultato conseguito dal governo nella riduzione del tasso di povertà, sceso dal 22% del 2005 all’attuale 9,45%, posizionando il Vietnam fra i middle income countries. Con questa nuova licenza, il gruppo Generali allarga la sua presenza in Asia a 8 Paesi: Cina, India, Thailandia, Filippine, Giappone, Hong Kong, Indonesia e Vietnam. L’area rappresenta per Generali un mercato strategico, in virtù degli alti tassi di crescita economica e dell’elevata propensione al risparmio delle famiglie.