Polizze Iccrea, la gara è vicina

LA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO APRE IL CANTIERE PER LA PARTNERSHIP BANCASSICURATIVA
di Anna Messia
Il gruppo Iccrea è pronto a presentarsi all’appuntamento per cercare un nuovo partner assicurativo con premi danni in crescita del 13%, a 170 milioni. Numeri che fanno del gruppo bancario cooperativo uno dei primi cinque operatori del mercato Danni della bancassicurazione in Italia, mentre nel comparto Vita i premi hanno raggiunto 1,8 miliardi. L’alleanza con Cattolica Assicurazioni, avviata nel 2018, scade a fine anno e sta quindi per entrare nel vivo la competizione per cercare un nuovo alleato che potrà distribuire le polizze negli sportelli delle bcc del gruppo Iccrea per i prossimi cinque anni, con un mandato affidato a Kpmg. Una partita che non esclude la conferma dell’assicurazione di Verona che nel frattempo è entrata a far parte del gruppo Generali, ma il dossier avrebbe già destato l’interesse di diverse compagnie. Si vedrà. Intanto le assicurazioni nel gruppo bancario continuano a crescere. In questi anni la sfida di Amedeo Manzo, presidente di Bcc Servizi Assicurativi era di raccogliere in una voce unica, almeno sul fronte delle polizze danni, le 124 bcc aderenti ad Iccrea. Se fino ad allora diverse banche si erano mosse in ordine sparso, chiudendo in autonomia alleanze, l’obiettivo dell’hub avviato nel 2020 da Manzo, che è anche presidente e fondatore della Banca di Credito Cooperativo di Napoli, era di convincerle che insieme si poteva fare di più e meglio. L’hub si è attrezzato per fornire a tutte i servizi per operare al meglio, dalla gestione dei sinistri al call center, dalla piattaforma informatica all’innovazione di prodotto. «Il gruppo Bcc Iccrea chiude il 2021 con volumi per 170 milioni, in aumento del 13%, ma soprattutto cresce del 40%, a 50 milioni, il contributo 2021 di Bcc Assicurazioni, la compagnia del ramo danni in partnership con Cattolica Assicurazioni», sottolinea Manzo, aggiungendo che quest’ultima stima di chiudere il 2022 con un ulteriore aumento di premi del 40%. «I numeri confermano la bontà del percorso intrapreso anche attraverso la creazione della nostra rete specialistica dedicata al danni, che i clienti delle bcc del gruppo stanno apprezzando su tutto il territorio nazionale», conclude. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf