I Lloyd’s progettano assicurazione parametrica contro i terremoti in Nuova Zelanda

I Lloyd’s hanno lanciato una nuova polizza assicurativa parametrica contro i terremoti in Nuova Zelanda, progettata in collaborazione con Bounce, “che utilizza una tecnologia all’avanguardia e dati GeoNet in tempo reale per pagare automaticamente i clienti entro cinque giorni da un forte terremoto”.

Il nuovo prodotto è progettato per fornire “un’assicurazione contro i terremoti a prezzi accessibili e rimborsi rapidi”. Lo fa tracciando la velocità massima nel terreno, che fa scattare l’indennizzo a livelli di 20 centimetri al secondo e oltre.

Bounce ha sviluppato la copertura in collaborazione con Lloyd’s, Guy Carpenter, Marsh e Jumpstart Insurance. I Lloyd’s chiariscono che non sostituisce l’assicurazione convenzionale contro i terremoti, ma è progettata per “fornire un flusso di cassa immediato per coprire una vasta gamma di spese varie al fine di aumentare il recupero finanziario”. La nuova soluzione assicurativa si affianca ai prodotti convenzionali per offrire una conveniente assicurazione contro i terremoti con bassi premi mensili.

Il prodotto utilizza i dati di GeoNet / GNS Science, l’agenzia governativa responsabile della misurazione dei terremoti, per identificare oggettivamente le aree in cui i clienti hanno subito un forte terremoto. “Questo elimina qualsiasi potenziale conflitto di interessi e fornisce trasparenza ai clienti sui dati utilizzati e sull’affidabilità del prodotto”, aggiungono.

Lloyd's