Premi e utile in crescita per Helvetia nel 2019

Nel 2019 Helvetia ha registrato un risultato IFRS al netto delle imposte di CHF 538.1 mln., un livello di molto superiore al risultato periodico IFRS pari a CHF 431.0 mln. del 2018.

Motore propulsore del buon risultato è stata, accanto ai solidi risultati attuariali sia negli affari Vita che in quelli Non-vita, l’ottima performance degli investimenti ottenuta grazie al favorevole andamento dei mercati azionari. Helvetia ha beneficiato anche di un positivo effetto fiscale una tantum per un valore di CHF 93.2 mln., dovuto essenzialmente alla rivalutazione degli accantonamenti fiscali latenti derivante dalla riforma fiscale federale e dai correlati modelli di tassazione cantonale in Svizzera.

Negli affari Non-vita il risultato IFRS al netto delle imposte è stato di CHF 398.5 mln. (2018: CHF 332.0 mln.), equivalente a un aumento del 20,0%. Negli affari Vita Helvetia ha conseguito nel 2019 un aumento del risultato del 51,7% a CHF 224.4 mln. (2018: CHF 147.9 mln.). Il settore Altre attività si è attestato nel 2019 a CHF -84.8 mln. (2018: CHF -48.9 mln.).

«Anche nel 2019 siamo riusciti a produrre ciò che avevamo promesso. Il nostro risultato è migliorato in modo significativo, sulla base di solidi risultati attuariali e grazie anche alla spinta dei mercati dei capitali e a un effetto fiscale una tantum. Inoltre, abbiamo avuto una soddisfacente crescita dei premi»: con queste parole Philipp Gmür, CEO del Gruppo Helvetia, riassume l’anno che si è appena concluso.

Negli affari Non-vita il combined ratio netto a livello di gruppo si è attestato al 92,3%, un livello lievemente superiore all´anno precedente (2018: 91,0%). Il tasso rimane a un ottimo livello rispetto all´obiettivo strategico di mantenerlo inferiore al 93%. L’aumento è imputabile a un maggior tasso di sinistro conseguente a effetti di liquidazione con un tasso infra-annuale migliore. Il tasso dei costi ha riflesso maggiori spese di distribuzione conseguenti a ridistribuzioni nei mix di canali di distribuzione e prodotti e a maggiori costi legati ai progetti.

Il margine sui nuovi contratti è salito al 2,9% (2018: 1,7%) e si attesta così ben al disopra degli obiettivi definiti nella strategia helvetia 20.20. A trainare il miglioramento sono stati gli affari Vita collettiva in Svizzera.

Il volume d´affari è ammontato a CHF 9 454.1 mln. (2018: CHF 9 073.3 mln.). La crescita effettiva al netto degli effetti valutari è stata del 5,6%. In virtù degli effetti negativi del tasso di cambio, il volume d´affari espresso in franchi svizzeri è cresciuto un po´ di meno, cioè del 4,2%. Con un 8,3% in valuta originale, gli affari Non-vita sono stati il principale elemento di traino della crescita.

Helvetia ha segnato un aumento in particolare nelle Assicurazioni cose, nel ramo Engineering e nella Riassicurazione attiva. Helvetia ha registrato un maggiore volume d’affari rispetto all’anno precedente (+3,0% in valuta originale) anche nell´assicurazione sulla vita. Vi hanno contribuito principalmente gli aumenti nei prodotti vincolati ad investimenti e di protezione del capitale nel ramo Vita individuale in Svizzera, Germania e Italia. Anche gli affari Vita collettiva hanno registrato un aumento (+1,8% in valuta originale). A tale riguardo occorre sottolineare il solido andamento dei nuovi contratti con soluzioni assicurative efficienti in termini di capitale (Swisscanto e LPP Invest) nelle attività svizzere.

Il volume di investimenti ha segnato un vistoso aumento di CHF 2.5 mld. rispetto all´anno precedente e alla fine del 2019 ammontava a CHF 54.5 mld. circa. Con ricavi correnti da investimenti finanziari e immobiliari intorno a CHF 950 mln. è stato possibile restare quasi al livello dello scorso anno, nonostante il persistere della fase di ribasso dei tassi di interesse.

Helvetia continua a vantare una solida posizione di capitale. Al 30 giugno 2019 la quota SST era pari al 215%. Il patrimonio netto è passato dai CHF 5 097.1 mln. di fine 2018 a CHF 5 834.1 mln., un aumento derivante dal buon risultato IFRS ma anche da maggiori utili non realizzati iscritti nel patrimonio netto a seguito del rinnovato calo dei tassi, registrato soprattutto nel primo semestre. Nonostante la maggior base di capitale, la rendita da patrimonio netto si è attestata al 9,3% (2018: 8,1%).

Grazie ai buoni risultati il Consiglio d´amministrazione propone all’Assemblea generale di aumentare il dividendo di CHF 0.20 a CHF 5.00 per azione.

Helvetia, si legge in una nota, è sulla strada giusta per superare gli obiettivi finanziari prefissati per la fine del 2020.

«Anche l´anno scorso Helvetia ha fatto un grande passo avanti. Attualmente contiamo di poter raggiungere gli ambiziosi obiettivi della strategia helvetia 20.20», dichiara Philipp Gmür in merito al grado di conseguimento della strategia. «In questo modo manteniamo la nostra promessa di creare valore aggiunto per i nostri clienti, azionisti e collaboratori. Ciò è stato possibile grazie ai nostri collaboratori, alla loro competenza nel core business e alla disponibilità a provare qualcosa di nuovo».

Helvetia