Coronavirus: Mapfre e DKV lanciano in Spagna un servizio di telemedicina online gratuito

Sono 13.700 le persone contagiate dal coronavirus in Spagna e 558 quelle decedute, secondo l’ultimo bilancio fornito dalle autorità spagnole.

A fronte di una situazione sempre più delicata, Mapfre e DKV hanno deciso di rendere disponibile al pubblico un servizio di telemedicina online gratuito.

Il servizio è dedicato a tutti i cittadini con problemi di salute non gravi che via internet possono connettersi con la piattaforma di Mapfre, Savia.

Le risposte online dei medici si concentrano sui lievi sintomi da coronavirus, sebbene saranno possibili anche altre richieste.

DKV, specializzata in assicurazioni salute, ha lanciato un’iniziativa con la Società Spagnola di Medicina Interna (SEMI) e la Società Spagnola di Medicina Familiare e Comunitaria (semFYC) in modo da permettere ai loro medici volontari – attivi o in pensione – di dedicare parte del loro tempo a risolvere i dubbi dei pazienti in tempo reale sui lievi sintomi di salute, attraverso una piattaforma di telemedicina fornita da DKV. Secondo Oliver Wyman, una delle più grandi società di consulenza strategica a livello globale, la telemedicina è considerata come il mezzo più efficace per evitare il contagio della popolazione e per migliorare aumentare il livello di sicurezza quando il sistema ne ha maggiormente bisogno. Il 65% dei consumatori è disposto a utilizzare i servizi di telemedicina, sebbene solo l’8% ne abbia finora usufruito.

telemedicina