Arrivano le polizze contro l’epidemia

di Anna Messia

In Unicredit sono al lavoro per offrire una copertura anti coronavirus ai dipendenti della banca e alle loro famiglie iscritte alla cassa sanitaria del gruppo Unica (Unicredit Cassa assistenza sanitaria). Generali sta lanciando nuovi servizi su misura e pure in Axa hanno aperto il cantiere per sostenere i clienti alle prese con il virus. Il settore assicurativo ha iniziato insomma a muoversi per offrire servizi e risarcimenti a persone e imprese colpite dalla effetti dell’epidemia. Già nelle tradizionali polizza sanitarie è previsto il rimborso delle spese, che vale anche in caso di contagio da virus, come anche l’assistenza medica a distanza, ormai fornita di fatto da tutte le imprese. Ma a queste si stanno aggiungendo servizi su misura utili a far fronte all’emergenza sanitaria del virus. Nel caso del fondo Unicredit, per esempio, secondo quanto risulta a MF-MilanoFinanza ad offrire la copertura dovrebbe essere Rbm Assicurazione Salute con una garanzia che dovrebbe prevedere un’indennità giornaliera sostitutiva in caso di ricovero per Covid-19 (e per altre epidemia) cui si aggiunge un forfait di 500 euro nel caso in cui ci sia bisogno di rimanere a casa in quarantena perché malati. In ballo ci sono 70 mila persone aderenti a Unica, ovvero 42 mila dipendenti del gruppo Unicredit cui si aggiungono i familiari che a breve potranno avere un sostegno assicurativo contro il virus.

Anche in Generali Assicurazioni, come anticipato da MF-MilanoFinanza del 29 febbraio, hanno deciso di mettere a punto un’offerta su misura per l’Italia dopo che Generali China Insurance, partecipata del Leone in Cina, aveva annunciato di aver sviluppato un prodotto con copertura Covid-19 per proteggere i dipendenti delle pmi che operano nel paese asiatico. In Italia ci sarà un’estensione gratuita di alcune garanzia specifiche per Covid-19. Per tutti i clienti di Immagina Benessere di Generali Italia, nella soluzione che prevede l’indennizzo forfettario per interventi chirurgici, in caso di ricovero in terapia intensiva per Coronavirus ci sarà un indennizzo del 10% del capitale assicurato. Indennizzo che varrà anche per gli assicurati Alleanza che hanno scelto la soluzione Grandi Cure della polizza Semplice. E Alleanza ha anche esteso l’età massima assicurabile per la copertura malattia dagli attuali 65 a 75 anni. Sul fronte imprese per gli assicurati Generali Italia con polizze Commercio in corso, che prevedono la diaria di interruzione d’esercizio, è stata prevista l’estensione gratuita, per tre mesi, della copertura nel caso di chiusura totale dell’attività. In Axa Italia, hanno scelto per ora di consentrarsi in particolare su iniziative a sostegno dei clienti e della società, gratuite e non di carattere commerciale. La compagnia darà a tutti i clienti la possibilità di usufruire gratuitamente del servizio di teleconsulto, scaricabile attraverso App. Mentre i clienti Quixa, la compagnia digitale di Axa Italia, avranno la possibilità di usufruire gratis dell’offerta «Quixa smart salute», che prevede appunto il consulto medico a distanza. La compagnia ha deciso di fare una donazione per sostenere le infrastrutture del Sistema sanitario pubblico, che sono messe a dura prova in questo periodo ed è stato messo a disposizione un call center medicale per tutti gli agenti. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf