IVASS: prezzo medio garanzia RCA a 404 € nel IV trimestre

IVASS ha pubblicato il Bollettino Statistico IPER relativo al quarto trimestre 2019, dal quale si rileva che il prezzo medio della garanzia RCA di 404 euro, più basso di 11 euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il 50 per cento degli assicurati paga meno di 360 euro, il 90 per cento degli assicurati meno di 630 euro e solo il 10 per cento degli assicurati meno di 223 euro.
Il trend decrescente dei prezzi prosegue in accelerazione ed è pari a -2,7 per cento nel quarto trimestre del 2019 su base annua.
I prezzi RCA
rilevati sono più bassi di 11 euro rispetto a quelli pagati nel quarto trimestre del 2018.

Le riduzioni di prezzo più elevate si registrano nelle province del Sud Italia: Caltanissetta (6,9%), Vibo Valentia (-5,5%), Enna, Agrigento e Taranto (-5,2 %), Reggio di Calabria (-5,1 %). 

A Napoli il premio medio è superiore a 600 euro ma il differenziale di premio (al netto delle imposte) rispetto ad Aosta si riduce a 226 euro (il differenziale era di 236 euro nel quarto trimestre 2018). 

Prezzi medi superiori a 500 euro si registrano, oltre a Napoli, in sole quattro province: Prato (590 euro), Caserta (518 euro), Massa-Carrara (506 euro) e Pistoia (502 euro). Il 50% degli assicurati paga meno di 360 euro. 

L’84% dei contraenti è assegnato alla classe Bonus-Malus (CU) 1. Gli assicurati più rischiosi (classi superiori alla 11) pagano in media più del doppio di quelli in classe 1 (775 euro contro 373 euro). 

Per la classe 1 vi è una elevata differenza di prezzo in funzione dell’età degli assicurati: gli under 25, pur beneficiando della legge c.d “Bersani”, pagano un premio medio di 652 euro, gli over 60 pagano invece 357 euro. 

Gli under 25 in classe 14 pagano un premio medio di 1.173 euro. 

Continua a crescere il ricorso alla scatola nera che raggiunge un tasso di penetrazione del 23,3% su base nazionale. Il 23,3 per cento delle polizze stipulate nel terzo trimestre del 2019 prevede una clausola con effetti di riduzione del premio legata alla presenza di scatola nera. Persistono le disomogeneità territoriali del trend del tasso di penetrazione della scatola nera.
Nelle province del Sud Italia il tasso di penetrazione della scatola nera è in aumento con variazioni percentuali superiori al +3,0 per cento per 3 province, controbilanciate da una riduzione in alcune altre province.
Il tasso di penetrazione della black box aumenta in modo più omogeneo nelle province del Nord Italia e ben 9 province sono caratterizzate variazioni positive superiori al +2 per cento.
Il maggior aumento del tasso di penetrazione della scatola nera tra le province settentrionali è dovuto al fatto che inzialmente il tasso di penetrazione della scatola nera era più elevato nelle province meridionali.
La figura 11 illustra il trend del tasso di penetrazione della scatola nera per le province di Napoli e Milano. Sebbene la penetrazione della scatola nera abbia subito una accelerazione a Milano, il differenziale rimane ampio e pari ad oltre quaranta punti percentuali.

Clicca qui per il documento integrale.

garanzia RCA