Il valore dei brand italiani cresce del 14% in un anno: Generali 1° brand finanziario

Il valore del marchio “Made in Italy” continua la sua crescita a doppia cifra anno dopo anno, grazie ad una solida presenza sulla scena mondiale.

È quanto emerge dalla classifica BrandZTM Top 30 Most Valuable Italian Brands 2019 stilata da WPP e Kantar, secondo cui i marchi italiani hanno aumentato il loro valore del 14% negli ultimi 12 mesi raggiungendo i 96,9 miliardi di dollari, nonostante il clima di incertezza economica e politica.

Gucci si distingue come il marchio italiano di maggior valore e in maggiore crescita, raggiungendo i 24,4 miliardi di dollari di brand value, valore in crescita del 50% rispetto allo scorso anno.

Tra i primi 5 marchi della classifica si trovano TIM, con 9,41 miliardi di dollari di valore complessivo, Enel (7,94 miliardi di dollari),Kinder (6,79 miliardi di dollari) e Ferrari (4,75 miliardi di dollari).

Primo brand del settore finanziario/assicurativo è Generali (2,68 mld di dollari), in 9° posizione.


La Classifica  BrandZ 2019  dei 15  brand italiani di maggior valore

Classifica 2019

Brand

Categoria

Valore del Brand  2019 (milioni di dollari)

Variazione del valore del Brand

1

Gucci

Lusso

24,414

50%

2

TIM

Telecomunicazioni

9,409

2%

3

Enel

Energia

7,939

8%

4

Kinder

Alimentare

6,797

-2%

5

Ferrari

Auto

4,752

36%

6

Prada

Lusso

3,895

-5%

7

Eni

Oil & Gas

3,537

13%

8

Nutella

Alimentare

2,845

0%

9

Generali

Assicurazioni

2,689

6%

10

Armani

Lusso

2,591

5%

11

Ferrero Rocher

Alimentare

2,425

2%

12

Intesa Sanpaolo

Bancario

2,031

-8%

13

Fendi

Lusso

1,881

22%

14

MSC Crociere

Crociere

1,824

14%

15

Pirelli

Pneumatici

1,791

 * non disponibile in quanto influenzato dal relisting a Piazza Affari

La creatività aiuta a colmare il divario nell’innovazione

L’Innovazione in Italia è il principale fattore di crescita per il brand. I marchi  percepiti come fortemente innovativi hanno aumentato il loro valore del 17% rispetto a una crescita dell’1% dei brand che lo sono meno.

Rispetto ad altre classifiche europee di BrandZ, come quella francese, tedesca o inglese, i  brand nella Top 30 italiana risultano particolarmente in salute con buoni riscontri in tema di brand purpose, innovazione, comunicazione brand experience e brand love.

Un contributo chiave all’innovazione può venire dalla creatività; un’area in cui BrandZ riscontra un ritardo dei marchi italiani. Sostenere l’innovazione attraverso un approccio più creativo e dirompente può fornire una preziosa opportunità per sviluppare la crescita futura.

Oltre ai settori come l’alimentare, l’automotive e la moda, dove l’Italia è universalmente riconosciuta come leader mondiale, il nostro studio dimostra come i marchi italiani raggiungano risultati eccezionali anche in settori come l’energia, l’oil & gas e le crociere, con grandi aziende come Enel, A2A, Eni, MSC e Costa Crociere” ha dichiarato Federico Capeci, CEO Insights Division, Kantar Italia. “L’innovazione potrebbe svolgere un ruolo chiave per generare ulteriore crescita. In questo senso, anche piccoli ma significativi cambiamenti potrebbero essere la soluzione per molti brand, a patto di supportarli con una comunicazione chiara e dirompente“.