Swiss Re: i mercati emergenti guideranno la crescita economica globale e dei mercati assicurativi nel prossimo decennio

I mercati emergenti rimarranno il motore di crescita dell’economia globale e del settore assicurativo nel prossimo decennio, come indica l’ultimo rapporto sigma di Swiss Re.

Lo studio esplora come i sette maggiori mercati emergenti contribuiranno per oltre il 40% della crescita globale nel prossimo decennio, con la Cina che rappresenterà oltre un quarto della produzione globale. Il rapporto esamina inoltre i fattori che determineranno la crescita del volume dei premi assicurativi nei mercati emergenti nei prossimi 10 anni. In questo periodo, i premi dei mercati emergenti dovrebbero più che raddoppiare, superando di quattro volte la crescita nei mercati avanzati. Entro la metà degli anni ’30 la Cina dovrebbe diventare il più grande mercato assicurativo del mondo.

“I mercati emergenti continueranno a superare i mercati avanzati in termini di crescita nei prossimi 10 anni”, afferma Jerome Jean Haegeli, Chief Economist di Swiss Re Group. Lo spostamento del potere economico da ovest a est continuerà”. In questo modo, la qualità piuttosto che la velocità di crescita diventa il fattore di differenziazione nei mercati emergenti. Allo stesso tempo, i mercati assicurativi continueranno a crescere ad un ritmo sostenuto e si prevede che la Cina diventerà il più grande mercato assicurativo entro la metà degli anni Trenta”.

I mercati emergenti devono attualmente affrontare sfide cicliche e strutturali, ma rimangono un’interessante proposta di crescita rispetto ai mercati avanzati. Il rapporto  conclude che il passaggio ad una crescita relativamente più lenta sarà accompagnato da una crescita economica più stabile, un passaggio dalla quantità alla qualità. “Prima della crisi finanziaria globale, il differenziale di crescita previsto per i prossimi cinque anni tra i mercati emergenti e quelli avanzati era del 4,5%. Ora è del 3,5% e si tratta ancora di una crescita confortevole, soprattutto alla luce dei livelli di crescita più bassi nei mercati avanzati”, dice Haegeli.

La domanda assicurativa ha un forte rapporto positivo con la crescita economica. Il rallentamento dell’economia nei mercati emergenti negli ultimi anni non si è tradotto in un corrispondente calo della crescita dei premi, e lo slancio dei consumi sottostanti per il settore assicurativo non è stato sostanzialmente eroso.
Sigma prevede che la quota di mercato dei mercati emergenti sui premi globali aumenterà di circa il 50% nei prossimi 10 anni, con un tasso di crescita dei premi a lungo termine per i mercati emergenti superiore di 5 punti percentuali rispetto a quello dei mercati avanzati. Il tasso di crescita in Asia emergente dovrebbe essere tre volte superiore alla media mondiale nei prossimi due anni e la Cina continuerà ad essere il principale mercato assicurativo entro la metà degli anni Trenta. Si prevede un’accelerazione della crescita anche nei mercati assicurativi dell’America Latina e dell’Europa centrale e orientale. Ciò sarà stimolato da fattori quali la regolamentazione che favorisce la crescita, l’adozione di tecnologie, l’urbanizzazione in corso e la spinta all’inclusione finanziaria.