Spagna: la sinistrosità dovuta ad eventi climatici nell’attività agricola ha già superato i 692 mln €

I danni accumulati in Spagna nel 2018 dai fenomeni climatici ammonta, secondo i calcoli di Agroseguro, a 692,31 milioni di euro.

La superficie agricola interessata è ormai superiore a 1,3 milioni di ettari, essendo la grandine il fenomeno climatico che sta causando maggiori risarcimenti, con una previsione di circa 290 milioni di ettari, con un impatto particolare in termini di costo degli alberi da frutto, che raggiungono i 185 milioni.

Agroseguro commenta che dall’inizio della primavera, in marzo e aprile, le tempeste accompagnate dalla grandine si sono ripetute, causando danni a numerose produzioni agricole, cosa abbastanza normale in questa stagione. Tuttavia, nel mese di maggio “c’è stata una tale ripetizione di fenomeni tempestosi che la situazione meteorologica potrebbe essere descritta come chiaramente anormale”.

Nei mesi di giugno, agosto e settembre, le grandinate hanno continuato ad aggravare i danni in molte zone e produzioni agricole e, sebbene in misura minore, anche in ottobre si sono registrate tempeste dannose. “Il risultato di tale attività tempestosa è che praticamente tutta la penisola è colpita in misura e intensità maggiori o minori.
Poi ci sono le gelate, la mancanza di frutti e la pioggia come fenomeni climatici che hanno generato più costi.