Sistema incentivante CARD: rilevazione dati conservazione della documentazione antifrode

L’IVASS con il Provvedimento n. 79 ha modificato il sistema incentivante della CARD perfezionando ed integrando la misura dell’efficienza delle imprese.

In relazione a tali modifiche – si legge in una lettera al mercato – si rende necessario estendere la rilevazione in oggetto alle variabili “numero dei sinistri riaperti da senza seguito” e “numero delle partite di danno poste senza seguito per attività antifrode”, necessarie, rispettivamente, per il calcolo della velocità di liquidazione e del coefficiente antifrode.

Sul sito istituzionale dell’IVASS è pertanto disponibile una nuova versione del manuale della Rilevazione Card (versione 4.0).

Con riferimento ai controlli relativi ai sinistri “chiusi con pagamento” e ai sinistri “aperti con pagamento parziale” l’Istituto fa presente che la consistenza della Stanza di compensazione potrà essere monitorata mediante il portale FeedBack (FB) di ANIA (seguirà a tal proposito una comunicazione dell’Associazione di categoria).

Conservazione della documentazione antifrode
L’inserimento dei risultati dell’attività antifrode tra gli elementi per il calcolo degli incentivi del Risarcimento diretto conferisce ancora più rilievo alla documentazione comprovante tale attività, avuto particolare riguardo alle partite di danno poste senza seguito per attività antifrode.
E’ necessario, pertanto, conservare, ai sensi di legge, ogni documento utile a tal fine. Sarà, infatti, onere dell’impresa dimostrare la sussistenza dei presupposti per la classificazione delle partite di danno come senza seguito “per attività antifrode”.

Fonte: IVASS