RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 25/03/2019

logoitalia oggi7

 

Inail, esclusa la responsabilità oggettiva dell’azienda per le malattie professionali. In caso di trasferimento di azienda, per l’aumento del premio assicurativo non è sufficiente che il lavoratore abbia prestato la propria attività presso lo stesso reparto. Lo ha stabilito il Tribunale di Bergamo, con sentenza n. 113/2019 del 21 febbraio, che ha escluso la responsabilità della società in merito al mesotelioma sviluppato da un suo ex dipendente. La giurisprudenza di merito mette quindi un freno alla prassi dell’Inail che, senza provare in alcun modo la colpa dell’azienda, tende spesso a far gravare sull’ultimo datore di lavoro costi assicurativi maggiorati.

aflogo_mini

 

Mini-rimpasto “strategico” per Poste Vita. La preziosa controllata del gruppo, che di recente ha tenuto l’assemblea, ha visto le dimissioni dal consiglio di amministrazione di Antonio Nervi, soprannominato l’uomo dei Btp e attuale presidente di Bancoposta Fondi Sgr, nonché di Dario Frigerio, ex amministratore delegato di Pioneer e super-tecnico. Al loro posto entrano, sempre come consiglieri, Maria Vismara, e Vladimiro Ceci, già nominato a fine dicembre risk manager della compagnia assicurativa.
L’anno scorso oltre 143 miliardi dei budget familiari sono stati dedicati a salute, assistenza, istruzione e tempo libero: più dell’alimentare e delle assicurazioni.
Nel 2018. per garantirsi cure, assistenza, previdenza e istruzione, le famiglie italiane hanno sborsato 143,4 miliardi di curo, quasi il 7% in più rispetto al 2017. La spesa familiare rappresenta cosi il 20% di quella complessiva, pubblica e privata, nel settore. A certificarlo è il secondo “Rapporto sul bilancio di welfare delle famiglie italiane” di Mbs Consulting.
Nella protezione dell’abitazione si possono combinare svariate coperture a seconda delle esigenze del cliente. L’Istituto tedesco di qualità e finanza ha confrontato le migliori offerte messe oggi sul mercato dalle compagnie
Confermata l’esenzione fiscale per chi tiene i prodotti in portafoglio per almeno 5 anni, sono introdotti paletti per le tipologie degli investimenti possibili.
Se non vi saranno ulteriori rallentamenti i nuovi Piani individuali di risparmio (Pir) vedranno la luce entro metà primavera. Gli operatori potranno contare su quella chiarezza che è mancata dal varo della nuova legge di Bilancio a oggi e che sostanzialmente ha bloccalo la nuova raccolta. Basti pensare che a gennaio i nuovi flussi si sono fermati a quota 57,9 milioni di euro, dopo la corsa dei primi due anni che aveva portato gli asset in gestione a raggiungere quota 17.2 miliardi.
Otre 2.360 veicoli rubati restituiti ai legittimi proprietari, per un valore complessivo di quasi 52 milioni di euro. Una forte concentrazione del fenomeno dei furti in Campania. E una predilezione particolare dei ladri per utilitarie e Suv. È un quadro non proprio confortante quello tracciato dal rapporto “Stolen Vehicle Recovery 2018” elaborato da LoJack, compagnia americana specializzata in servizi telematici per auto e recupero di veicoli rubati.
Dopo governi e sanità, gli istituti di credito vittime preferite del cybercrime. Che ora si fa più subdolo: sposta la caccia alle identità dei clienti dai Pos ai pagamenti online

  • La società risponde anche per frodi Iva
Continua ad allungarsi l’elenco dei reati che possono far scattare la responsabilità amministrativa di enti, società e associazioni, nel caso in cui vengano commessi da persone con ruoli di vertice, dipendenti o anche semplici collaboratori. Quasi ogni anno, nuove voci hanno “arricchito” la lista iniziale (il cosiddetto catalogo) introdotta nel 2001 dal Dlgs 231.
E il 2019 non manca all’appello. Al reato di influenze illecite introdotto dalla legge anticorruzione seguiranno altre due new entry. Innanzitutto le frodi Iva: è in dirittura d’arrivo il disegno di legge che delega al Governo il compito di attuare la direttiva Ue 1371/2017 sul contrasto delle frodi che ledono gli interessi dell’Unione, aggiungendo tali reati al catalogo (approvato dalla Camera il Ddl è all’esame del Senato). Il termine per il recepimento è il 6 luglio.