Munich Re stima un utile di 2,5 mln per il 2019

Il gruppo di riassicurazione tedesco Munich Re stima per il 2019 un aumento dell’utile netto nell’ordine di 200 milioni di euro, per raggiungere il target di 2,5 miliardi di euro, rispetto ai 2,275 miliardi registrati nel 2018.

Lo ha annunciato il gruppo tedesco che per il 2019 stima un aumento del dividendo a 9,25 euro e prevede di lanciare un aumento di capitale fino a 1 miliardo di euro.  Nel dettaglio, il gruppo prevede un incremento dei profitti di circa 200 milioni a 2,5 miliardi, di cui 2,1 miliardi attribuibili al business riassicurativo e 0,4 miliardi all’assicurazione primaria, svolta attraverso Ergo. L’anno scorso, invece, gli utili erano balzati da 375 milioni a 2,31 miliardi nonostante il significativo numero di catastrofi naturali.

“Siamo perfettamente in linea per centrare il nostro target di utile netto di 2,8 miliardi nel 2020”, ha sottolineato presidente del board Joachim Wenning.

Nel 2019, inoltre, Munich Re prevede investimenti per circa 6,5 miliardi e premi lordi pari a circa 49 miliardi di euro.

Il buon risultato del 2018 e i previsti miglioramenti della redditività nel 2019 consentono a Munich Re non solo di proporre all’Assemblea generale annuale un aumento significativo del dividendo a 9,25 euro, ma anche di lanciare un ulteriore programma di riacquisto di azioni proprie per un volume di 1 miliardo di euro.

Il prossimo 30 aprile, infine, l’assemblea degli azionisti sarà’ chiamata a ratificare la nomina di Nikolaus von Bomhard a presidente del consiglio di sorveglianza, in sostituzione di Bernd Pischetsrieder.