Munich Re prevede un conto da 120 mln per l’incidente dell’Ethiopian Airlines

Munich Re prevede di subire perdite comprese tra i 100 e i 120 milioni di euro a causa del recente incidente del Boing 737 di Ethiopian Airlines, che ha causato la morte di tutti i 157 passeggeri lo scorso 10 marzo.

Il CEO del comparto riassicurativo di Munich Re, Torsten Jeworrek, ha detto che la compagnia stava anticipando i risarcimenti per la perdita dell’aereo della Ethiopian Airlines, la perdita della vita dei passeggeri e la potenziale responsabilità per la sospensione globale del modello 737 di Boeing. Jeworrek ha spiegato che Munich Re subirà danni per la sua partecipazione al Global Aerospace Pool e per i rischi assunti direttamente, anche se è previsto un limite massimo di copertura.

E’ stato il secondo incidente in soli cinque mesi a coinvolgere un aereo Boeing 737 Max 8, dopo il fatale incidente della Lion Air in Indonesia dello scorso ottobre.

Munich Re detiene quasi il 50% della Global Aerospace, pool assicurativo londinese specializzato, che ha confermato di essere l’assicuratore principale di Boeing, insieme al broker Marsh.
Anche Chubb e Willis Towers Watson hanno confermato di essere rispettivamente assicuratore e broker per Ethiopian Airlines, mentre Swiss Re ha detto che è stato uno dei fornitori di assicurazione minori per Boeing, così come per Ethiopian Airlines.

Hannover Re potrebbe anche avere un’esposizione di oltre 10 milioni di euro, secondo quanto riferito da Reuters, che ha parlato con Torsten Leue, CEO della casa madre del riassicuratore, Talanx AG.

Boeing è stata costretta a mettere a terra la sua intera flotta di 737 aerei Max nei giorni successivi all’incidente di Ethiopian Airlines a causa del sistema anti-stallo automatizzato nel modello che potrebbe essere responsabile sia di questo incidente che del precedente incidente di Lion Air.
Le azioni di Boeing sono diminuite di oltre l’11% la scorsa settimana e ha perso 26 miliardi di sterline del suo valore di mercato.