La RC Prodotti ed il danno patrimoniale puro Il caso dell’azienda grafica

IL CASO

Autore: Fabrizio Mauceri
ASSINEWS 306 – marzo  2019    

PREMESSA
Un’azienda grafica si era specializzata nell’attività di impaginazione dei testi. Svolgeva cioè  un’attività di terzista nei confronti delle grandi tipografie industriali per impaginare giornali,  riviste, libri utilizzando sofisticati programmi e software con l’impiego di parecchio  personale specializzato.
Gli affari andavano a gonfie vele e gli ordinativi fioccavano, per cui  l’azienda era in continua espansione con un aumento costante del fatturato e progressive  nuove assunzioni di personale.
La proprietà, essendo molto attenta alla prevenzione, aveva  stipulato ogni sorta di copertura assicurativa, compreso tutte le polizze di responsabilità  civile acquistabili (RCT-O, RCP. D&O). 

IL SINISTRO 
Un giorno viene consegnato un lavoro piuttosto importante  relativo all’impaginazione di un nuovo romanzo  di un autore di grido internazionale. Vengono stampati  i primi 10 mila volumi e da una verifica fatta dall’ufficio  qualità della tipografia viene constato che a partire dal  quarto capitolo le pagine risultano invertite. Ovviamente  i libri non hanno nessun danno materiale diretto, però  l’errata impaginazione fa sì che tutti i libri stampati  siano da buttare al macero.

Il danno per la tipografia è  ingente perché accumula un ritardo consistente nella  consegna che doveva fare prima del periodo natalizio  alla casa editrice committente, con possibili penali elevate  da pagare. Viene subito richiesto all’azienda che  aveva eseguito l’impaginazione il risarcimento di ogni  danno da essa causato.

Quest’ultima, dopo aver fatto  un’indagine interna, non riuscì a dimostrare un difetto  del software utilizzato e risultò che la causa più probabile  del lavoro difettoso fosse attribuibile all’errore  umano di un dipendente. A questo punto non restava  che denunciare il sinistro alla compagnia. L’assicurato  si sentiva particolarmente tranquillo e con lui anche il  broker che lo assicurava, perché era riuscito ad ottenere  nelle coperture RCT-O-P l’estensione ai danni patrimoniali  puri con clausola come di seguito evidenziato:

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati