Cinven ritorna su Pramerica Life

Nuovo tentativo dopo lo stop alla vendita a Global Bankers. Dopo Ergo, Old Mutual ed Eurovita il fondo di private equity inglese è ora in pole position per rilevare anche la compagnia assicurativa italiana del gruppo Prudential, dotata di 1,1 miliardi di euro di asset
di Anna Messia

Il fondo di private equity Cinven si rifà avanti per tentare di rilevare Pramerica Life, ovvero gli asset assicurativi in Italia di Prudential. Nelle scorse settimane, come noto, è saltata la cessione agli americani di Global Bankers Insurance Group e a questo punto la competizione per accaparrarsi la società messa in vendita da Prudential è destinata a riaprirsi nelle prossime settimane con Cinven che, secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, sarebbe subito pronto all’azione. In ballo ci sono appunto gli asset di Pramerica Life, compagnia vita con asset per 1,1 miliardi, che il gruppo americano Prudential ha deciso di cedere nell’ambito di un programma ampio di riassetto avviato nei mercati europei. A questo scopo lo scorso anno è stata venduta una compagnia in Polonia, rilevata dall’americana Unum e pure per il passaggio di mano delle attività italiane sembrava cosa fatta. A giugno c’era stata la firma del contratto con gli americani di Global Bankers Insurance group che per sbarcare in Italia sarebbero stati disposti a chiudere l’operazione ad un valore che sarebbe stato pari a circa 80 e 85 milioni. Poi però è salto tutto ed entrambe le parti hanno concordato di annullare l’operazione, senza ulteriori motivazioni. «Prudential Insurance International Holding, società interamente controllata da Prudential Financial Incorporated, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Bankers Insurance Holdings per non finalizzare la cessione di Pramerica Life Italia», avevano dichiarato le parti a febbraio. Ma a quanto pare gli americani di Prudential non hanno cambiato idea sui programmi di vendita di Pramerica Life in Italia, così la gara è destinata presto a riaprirsi, con Cinven che sembra in pole position.

Il fondo, tra l’altro, si era fatto avanti pure nella prima competizione che Prudencial aveva aperto lo scoso anno,ma a spuntarla, come visto, era stato Global Bankers Insurance Group. In questi mesi, anche per il fondo di private equity americano, l’appetito alla crescita non è però venuto meno e ora il dialogo sembra destinato a riaprirsi. Del resto Cinven negli ultimi tempi non si è fatto scappare neppure un deal assicurativo sul mercato italiano e in poco tempo ha raggiunto una dimensione ragguardevole nel mercato tricolore delle polizze. La prima mossa c’è stata nel 2015 con l’acquisizione delle attività italiane di Ergo, seguita dalle attività italiane di Old Mutual (ex Skandia) e poi nel 2017 si è aggiunta Eurovita, rilevata da un altro fondo di private equity, Jc Flowers. La tripletta ha permesso a Cinven di superare in Italia 2,5 miliardi di premi Vita e 16,8 miliardi di riserve lorde, raccolte sotto il cappello di Phlavia Investimenti, società affidata alla guida del ceo, Erik Stattin. Pramerica Life potrebbe essere quindi l’occasione giusta per un’ulteriore spinta alla crescita. Il dossier è destinato a riaccendersi nelle prossime settimane, dopo la pubblicazione dei risultati 2018 di Pramerica Life che consentirà di aggiornare le valutazioni sulla compagnia. In ogni caso Prudential continuerà a essere presente in Italia attraverso Ubi Pramerica sgr, società di asset management in joint venture con Ubi Banca . (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf