Cattolica, il nuovo statuto va in assemblea

Il cda di Cattolica assicurazioni ha anticipato l’approvazione della relazione sulla proposta di adozione di un nuovo statuto sociale, che sarà sottoposta all’assemblea. Quella ordinaria e straordinaria è stata fissata per il 27 e 28 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Lo statuto rivisto contempla, tra l’altro, l’adozione del modello monistico e la riduzione del numero complessivo degli amministratori a 17, mentre attualmente vi sono 18 consiglieri e cinque sindaci effettivi. Le funzioni del board assorbiranno quelle del collegio sindacale. Sono inoltre previsti l’abolizione del comitato esecutivo, la soppressione del requisito di rappresentanza territoriale per i componenti del cda, la conferma della soglia di partecipazione azionaria dei soci persone fisiche (0,5%) e l’innalzamento di quella per le persone giuridiche (5%), estesa anche a enti collettivi e Oicr (fondi).
È previsto il riconoscimento, a favore dell’eventuale lista di capitale, di uno o due amministratori tratti dalla lista risultata prima per capitale (diversa da quella di maggioranza, risultata prima con voto capitario, e da quella di minoranza), avendo ottenuto voti corrispondenti al 10 o al 15% del capitale, qualunque sia il numero di soci che l’abbia votata.
Fonte: