Henri de Castries lascia la guida di Axa

Dopo l’annuncio di Mario Greco che esce dalle Generali, di Nikolaus von Bomhard che lascia Munich Re, ora tocca anche al patron di Axa: se un francese ha preso le redini del gruppo italiano ora sarà invece un tedesco ad assumere la guida del gruppo assicurativo francese.

Dopo 27 anni, di cui 17 alla guida del guppo, Henri de Castries, lascia la sua posizione di ceo di AXA a partire dal prossimo 1 settembre 2016.

Il cda, durante una assemblea speciale lo scorso 19 marzo, ha deciso all’unanimità di separare le funzioni di presidente del cda e quella di ceo e di nominare, a partire dal prossimo 1 settembre:

  • Denis Duverne Presidente non esecutivo del cda,
  • Thomas Buberl ceo di AXA.

A partire dal 21 marzo 2016, Thomas Buberl raggiungerà la sede di Parigi e con il ruolo di Deputy CEO e lavorerà a stretto contatto con Henri de Castries e Denis Duverne per la realizzazione del piano strategico, la cui presentazione è prevista per il 21 giugno e al passaggio al nuovo incarico.

 

Il tedesco Thomas Buberl, 43 anni attualmente alla guida di Axa in Germania, ha iniziato la carriera a Boston Consulting Group come consulente per poi passare al gruppo Winterthur e in seguito a Zurich Insurance Group.

Indiscrezioni di stampa dicono che De Castries lasci Axa per andare alla guida del colosso bancario britannico Hsbc. Il manager, che è entrato nel board di Hsbc da inizio marzo, sarebbe infatti favorito per la successione dell’attuale presidente del gruppo bancario, Douglas Flint.

I rumors sono stati tuttavia smentiti dallo stesso De Castries, che ha indicato che “non è il momento” di parlare di una sua possibile candidatura al vertice di Hsbc: “per ora non ho mai presenziato a un cda di Hsbc, lo farò il mese prossimo. Devo familiarizzare con questo gruppo, di cui sono diventato amministratore e sono onorato di esserlo. Questo è tutto”.