Gite scolastiche: i docenti devono vigilare su bus e autisti

Il tradizionale periodo delle gite scolastiche è alle porte, ma ci sono alcune sorprese per le scuole: da ora in avanti i docenti accompagnatori saranno gravati da  nuovi compiti e di conseguenza responsabilità.

Secondo la nuova circolare ministeriale 674 del 3 febbraio scorso infatti, i docenti dovranno non solo fungere da accompagnatori (con le responsabilità che ne derivano e che sono già pesanti), ma anche controllare che vi siano i requisiti della sicurezza nei mezzi di trasporto (nel rispetto di quanto previsto dal Codice della strada) e che gli autisti siano idonei alla guida del mezzo. Il lavoro inizia già dalla scelta della ditta che fornisce il trasporto, scelta che non dovrà essere basata solo sul fattore economico, ma  che dovrà contemperare le esigenze di risparmio con le garanzie di sicurezza.

Fatto questo gli accompagnatori dovranno controllare che il conducente di un autobus non assuma sostanze stupefacenti, psicotrope (psicofarmaci) né bevande alcoliche, non usi apparecchi radiotelefonici o cuffie sonore, non superi i limiti di velocità; dovranno naturalmente verificare che il mezzo sia idoneo al trasporto, fornito della necessaria copertura assicurativa RCA, di pneumatici adeguati ecc.

Per poter diventare esperti della sicurezza stradale ai docenti basterà studiarsi per bene il vademecum stilato dal Mnistero e, nel dubbio, rivolgersi alla polizia stradale.

Download (DOCX, 23KB)