Falsi miti e mezze verità

Responsabilità civile

Il parametro fatturato nella polizza RCT-O

Autore: Fabrizio Mauceri
ASSINEWS 273 – marzo 2016

Premessa

Come tutti sappiamo nelle polizze RC diversi, meglio note come coperture RCT-O, possono. essere utilizzati vari parametri per la determinazione del premio. Il parametro retribuzioni, il parametro fatturato, il numero degli addetti ed in alcuni casi il valore dell’opera da realizzare oppure il valore del bene da assicurare. Ebbene, la scelta del parametro dovrebbe essere fatta dalla compagnia in base alla tipologia di rischio, in modo da poter valutare meglio il premio da far pagare all’assicurato. Dove il singolo parametro non ha le caratteristiche per consentire una adeguata valutazione del rischio, il parametro stesso non dovrebbe essere utilizzato. Questo in linea teorica, in realtà nell’ultimo decennio hanno cominciato ad affermarsi più per moda che per necessità dei metodi di parametrazione del rischio poco consoni alla sua valutazione. E il fatturato nelle polizze RCT-O è uno di questi. So che scagliandomi contro le mode e le credenze popolari mi tirerò addosso le ire di più di qualcuno. Tuttavia mi è già capitato con altre disquisizioni (come quelle sul danno patrimoniale puro), dove persino dei luminari hanno provato a contraddirmi senza riuscirci. D’altra parte le mode si basano su credenze popolari e superstizioni, mentre la tecnica assicurativa si base su numeri e dati concreti, che analizzeremo in questa sede.
La scelta di utilizzare il fatturato (al posto delle mercedi) come parametro per il calcolo del premio nelle coperture RCT-O basa la propria scelta su tre pilastri fondamentali.

Il contenuto integrale è visualizzabile solo dagli abbonati al MENSILE ASSINEWS.
Non sei abbonato? Attiva la DEMO GRATUITA oppure ABBONATI ORA
Sei già abbonato? EFFETTUA IL LOGIN