Axa, de Castries lascia a Buberl

di Anna Messia
Un francese in Italia, un tedesco a Parigi e un italiano a Zurigo. Non è una barzelletta ma il riassetto che in poche settimane ha interessato i colossi europei delle assicurazioni, con un evidente intreccio di nazionalità. Dopo l’arrivo di Mario Greco al comando di Zurich e quello del francese Philippe Donnet in Generali , ieri mattina Henri de Castries ha annunciato l’addio a sorpresa al vertice di Axa , probabilmente alla volta di Hscb, dopo 27 anni di lavoro nella compagnia e 17 anni da numero uno.

Al suo posto è stato nominato Thomas Buberl, un giovane tedesco (43 anni) già presidente del direttorio di Axa Germania e responsabile globale della divisione Vita, risparmio e salute, oltre che componente il comitato di direzione di Axa . Il cambio della guardia era nell’aria, visto che il mandato di de Castries sarebbe scaduto nel 2018, ma c’è stato un evidente anticipo dei tempi. Il passaggio di consegne sarà operativo da settembre e prevede un importante cambio della governance del colosso assicurativo francese: la carica di amministratore delegato, affidata a Buberl, sarà infatti separata da quella di presidente, che sarà ricoperta da Denis Duverne, attuale numero due, con un ruolo non esecutivo. Nella sua lettera di addio al gruppo è lo stesso de Castries a spiegare che la decisione di lasciare è legata al prossimo avvio del business plan pluriennale, che verrà presentato il 21 giugno. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf