Eiopa: le esposizioni degli assicuratori ai principali rischi rimangono ad un livello elevato

Risk Dashboard Eiopa: le esposizioni degli assicuratori ai macro rischi rimangono ad un livello elevato, mentre tutte le altre categorie di rischio sono a livelli medi.

Le esposizioni degli assicuratori ai principali rischi rimangono ad un livello elevato, mentre tutte le altre categorie di rischio, come l’assicurazione e i rischi di redditività e solvibilità, sono a livelli medi. Questo è il risultato del Risk Dashboard pubblicato da Eiopa sulla base dei dati Solvency II alla fine del 3° trimestre 2021.

Per l’analisi dei rischi macro, le previsioni d’inflazione sono state riviste al rialzo e i tassi swap a 10 anni sulle principali valute sono stati aumentati. Vengono valutati aspetti come gli alti tassi di disoccupazione, la stabilità generale dei mercati finanziari e le politiche monetarie. In questo ambiente, “dopo sei trimestri di tendenza al rialzo, la posizione di solvibilità dei gruppi è diminuita, ma è rimasta comunque al di sopra del livello di fine 2020. Il SCR ratio per le singole compagnie vita è leggermente migliorato. Gli indicatori di redditività hanno mostrato un leggero deterioramento, con un aumento del combined ratio netto per i rami Non-vita”, precisa.

Eiopa indica che l’esposizione dei gruppi assicurativi verso le banche è diminuita, mentre gli investimenti medi in assicurazioni e altre istituzioni finanziarie sono aumentati leggermente. Così, “i rischi assicurativi rimangono a un livello medio e la crescita annuale dei premi di assicurazione vita mostra un leggero deterioramento”.

Anche la digitalizzazione e i rischi informatici per gli assicuratori sono a un livello medio: “la frequenza degli incidenti informatici che colpiscono tutti i settori di attività, come misurata dai dati disponibili, è diminuita rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, ma è ancora alta rispetto alla media a lungo termine. Gli indicatori per questa categoria di rischio sono esplorativi e saranno ulteriormente sviluppati quando saranno disponibili nuovi dati”.

rischi