Value for money una soluzione per strutturare il processo obbligatorio di “best interest” per il cliente

COMPLIANCE

Autore:  Andrea Giovannetti
ASSINEWS 328 – marzo 2021

Che si chiami “gubernantia”, come nel latino medievale, o “governance”, come diciamo oggi, il concetto riguarda sempre l’insieme dei princìpi e delle procedure relative alla gestione e al controllo di un processo.
L’ormai prossimo 31 marzo, si compie l’ultimo atto relativo al concetto di governance legato ai prodotti assicurativi (POG), entrano, infatti, in vigore il reg. 45/2020 e il provv. 97/2020
di Ivass a completamento del lungo e complesso corpo normativo di recepimento della direttiva, cosiddetta, IDD.
Vogliamo oggi soffermarci su uno degli obblighi che entreranno in vigore in tale data, forse il più indefinito in termini di processo, per quanto ovvio in termini assoluti: il processo
cosiddetto di “value for money”, o “miglior interesse” per il cliente.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata