Rider nella denuncia infortuni

di Daniele Cirioli
Denuncia infortuni anche per rider, lavoratori agili, percettori di reddito di cittadinanza (RdC) impegnati in progetti di pubblica utilità e studenti in alternanza scuola lavoro. Da ieri, infatti, i servizi online dell’Inail sono stati aggiornati e, nei casi d’infortunio o di malattia professionale, è possibile inserire nella compilazione degli applicativi online o nel file da inviare i riferimenti alle nuove categorie di lavoratori. A spiegarlo è l’Inail con una nota pubblicata sul sito internet, in cui riporta i dettagli delle modifiche ai servizi online.

Rider. La copertura assicurativa può riguardare sia lavoratori autonomi sia lavoratori dipendenti. Nel primo caso, la tutela (tipologia di lavoratore «autonomo» con qualifica assicurativa «Rider») è attiva dall’1 febbraio 2020; pertanto, non è possibile inserire date d’infortunio antecedenti. La stessa qualifica assicurativa «Rider» è prevista anche in caso di polizza assicurativa dipendenti. Le regole di compilazione prevedono, tra l’altro, che nella sezione «Lavoratore – Rapporto di lavoro» è possibile la scelta della polizza «dipendenti» e la voce tariffa; il campo «tipologia lavoratore» può essere valorizzato con una delle opzioni: «dipendente», «parasubordinato a progetto/collaborazione coordinata e continuativa» oppure «autonomo»; in caso di scelta della tipologia di lavoratore «dipendente» il campo «Ccnl- settore lavorativo Cnel» va valorizzato con «altri vari» oppure «aziende di servizi» o «trasporti».

Percettore RdC. In tal caso, per la copertura assicurativa c’è la polizza «Assicurati Puc», anch’essa attiva dal 1° gennaio 2020 per cui, in caso di inserimento di una «data evento» antecedente, il sistema mostra un messaggio di errore. Tra le varie modifiche è stato inserito il campo della tipologia di lavoratore con scelta tra «Lavoratore addetto a progetti utili alla collettività (Puc)» oppure la qualifica assicurativa «Addetto a progetti utili alla collettività (art. 4, comma 15, .l 4/2019 e s.m.i.)».

Lavoratori agili. La copertura assicurativa è attiva dal 14 giugno 2017; pertanto, non è possibile inserire date d’infortunio antecedenti. La qualifica di «lavoratore agile» può essere prevista soltanto in caso di polizza «dipendenti».

Studente in alternanza scuola-lavoro. La copertura assicurativa è attiva dal 16 luglio 2015. La nuova qualifica è prevista solo in caso di «polizza speciale scuole» (gestione per conto dello stato).

Accesso ai servizi online. Infine, l’aggiornamento ha riguardato le nuove disposizioni di accesso ai servizi online Inail tramite utilizzo del Sistema pubblico identità digitale (Spid), della Carta d’identità elettronica (Cie) o della Carta nazionale dei servizi (Cns). In particolare, dal 1° dicembre 2020 gli istituti di patronato e di assistenza sociale, i consulenti del lavoro e i soggetti autorizzati ad accedere e operare in qualità d’intermediari possono accedere all’online esclusivamente attraverso lo Spid, la Cie o la Cns. Dal 28 febbraio 2021 non sono più rilasciate nuove credenziali Inail e dal giorno seguente, 1° marzo, le amministrazioni in conto stato potranno accedere all’online esclusivamente mediante Spid, Cie e Cns. A partire dall’1 ottobre 2021 tutti gli utenti potranno avere accesso ai servizi online esclusivamente tramite Spid, Cie e Cns.

© Riproduzione riservata
Fonte: