Lombardia, per i virtuosi circolazione in libertà

Stefano Manzelli
I proprietari di veicoli soggetti a limitazioni della circolazione in Lombardia possono accedere ad alcune deroghe condizionate dallo stile di guida e dall’effettivo inquinamento prodotto. Come per esempio circolare nei periodi di blocco. Ma solo se consentiranno all’installazione di una scatola nera nella consapevolezza che all’esaurimento dei bonus chilometrici dovranno fermare il veicolo. Lo ha chiarito il Garante della privacy con il parere favorevole al progetto «Move – In» espresso con il provvedimento n. 259/2020. La regione Lombardia ha deciso che il contrasto dell’inquinamento veicolare può essere potenziato ricorrendo a dispositivi elettronici in grado di verificare l’effettivo tasso di inquinamento prodotto dai motori. Per questo motivo ha strutturato un innovativo servizio che comporta l’impegno, «da parte dei cittadini aderenti, al rispetto della soglia dei chilometri assegnati su base annuale al proprio veicolo. Il raggiungimento di tale soglia determina l’impossibilità di continuare ad avvalersi della deroga chilometrica introdotta da Move-In, che si traduce nell’impossibilità di ulteriore utilizzo del veicolo (in qualsiasi fascia oraria e in qualsiasi giornata) fino al completamento dell’anno di validità del servizio». Questo ambizioso progetto potrà essere allargato anche ad altre regioni del bacino padano che ne faranno richiesta. Per effettuare un monitoraggio puntuale dello stile di guida e dei tracciati percorsi il programma prevede l’installazione di una sorta di scatola nera sul mezzo in grado di controllare la condotta di guida e l’effettiva percorrenza chilometrica degli utenti stradali. Con una rilevante trattamento di dati personali. Dopo lunghe interlocuzioni con l’Autorità il Pirellone ha depositato una valutazione di impatto sulla protezione dei dati. Ovvero uno studio documentato sul rispetto dei diritti fondamentali delle persone fisiche in materia di trattamento dei dati. E il Garante ha dato il via libera al progetto assicurando che lo stesso appare assolutamente rispettoso dei fondamentali principi in materia di salvaguardia delle persone in relazione al trattamento dei dati personali.

© Riproduzione riservata

Fonte: