Consulentia, focus sostenibilità

di Anna Messia
Consulentia è pronta a riaprire i battenti questa mattina, mettendo al centro il tema della finanza sostenibile. La pandemia non ha frenato l’iniziativa lanciata dall’Anasf, che già nel dicembre scorso ha dimostrato di avere successo anche in forma digitale e anzi, questo nuovo evento, che si terrà sempre via web, promette di registrare adesioni ancora più ampie. Se nel dicembre scorso le partecipazioni erano state circa un migliaio a tre giorni dalla chiusura delle iscrizioni, per l’appuntamento di oggi le registrazioni sono oltre 1.500. «La dimostrazione che la pandemia ha comportato un distanziamento fisico ma non sociale», commenta il presidente di Anasf, Luigi Conte, «e che si può comunicare in maniera virtuale e aumentare addirittura la capacità di ascolto». Il titolo dell’evento di apertura, coordinato dal direttore di Class Cnbc, Andrea Cabrini, vedrà la partecipazione di Francesco Bicciato, Segretario Generale Forum Finanza Sostenibile, Maria Paola Chiesi, Shared Value & Sustainability Director Gruppo Chiesi, del presidente di Anasf Conte e della responsabile dell’Ufficio Studi Economici della Consob, Nadia Linciano. Il panel avrà come titolo «Il futuro verde della finanza», con l’obiettivo di fornire linee operative per il futuro, spiegano dall’associazione che rappresenta i consulenti finanziari. «L’evento non servirà solo a sapere qual è lo stato dell’arte normativo per gli investimenti sostenibili ma vogliamo anche essere concreti e fornire ai consulenti, che rappresentano l’interfaccia tra le famiglie e il mondo della finanza, gli strumenti per operare al meglio in questo settore», aggiunge Conte, spiegando che va in questa direzione anche il recente lancio di una certificazione Efpa Esg, con il corso Sda Bocconi-Anasf che ha oggi raggiunto 600 iscritti.

La prima sessione d’esame, che si è tenuta lo scorso 29 gennaio, ha visto la promozione dell’87% degli iscritti con una trentina di persone che hanno ottenuto la certificazione. «Anche questo corso è completamente fruibile online e i consulenti hanno dimostrato di sapere operare al meglio con gli strumenti tecnologici, visto che nel 2020, l’anno della pandemia e del distanziamento fisico, hanno chiuso con un record di raccolta di 43 miliardi di euro», dice Conte, aggiungendo che in questi mesi difficili «è addirittura aumentato il rapporto fiduciario tra consulenti e clienti». Guardando al futuro, le sfide passano appunto per una finanza sostenibile con i consulenti finanziari che rivestono un ruolo fondamentale per il Paese, «perché possono contribuire a incanalare i risparmi verso l’economia reale e in particolare verso le piccole imprese», dice il presidente di Anasf lanciando un messaggio decisamente in linea con il piano di governo presentato nei giorni scorsi dal premier Mario Draghi. «Come categoria dobbiamo contribuire a ridurre ulteriormente la burocrazia in Italia, ma al tempo stesso anche aprire a un dialogo più franco con i giovani che devono essere coinvolti nelle scelte attuali e in questa direzione va il tavolo sul ricambio generazionale tra Anasf e Assoreti, che dovrà coinvolgere necessariamente anche il ministero delle Finanze, del Lavoro o dell’Università con l’ambizione di creare un caso di successo che potrà essere replicato in altri settori». (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf