Swiss Re: la digitalizzazione sta trasformando l’assicurazione per i consumatori e fornitori

La trasformazione digitale consente ai consumatori di  essere più informati e indipendenti e fornisce agli assicuratori gli strumenti per soddisfare le esigenze attuali e future dei clienti. Questo porta allo sviluppo di nuovi modelli di business basati sui dati, con un impatto sull’intera catena del valore assicurativo, secondo quanto emerge dall’ultimo studio sigma “L’assicurazione basata sui dati: pronti per la prossima frontiera?”

I punti di contatto consumatore-fornitore diventeranno prevalentemente digitali, l’interazione umana continuerà a svolgere un ruolo: attraverso il feedback del consumatore

feedback e analisi, gli assicuratori saranno in grado di identificare dove la presenza personale è più efficace. Ad oggi, gli assicuratori dei mercati emergenti aprono la strada all’ottimizzazione del potenziale offerto dalla digitalizzazione.

La disponibilità di dispositivi abilitati a Internet e la connettività universale hanno
cambiato i comportamenti e le aspettative dei consumatori, in particolare dei più giovani. Potenziati con informazioni digitali, i consumatori si aspettano un accesso rapido alle informazioni, trasparenza e una maggiore personalizzazione.

“Grazie alla digitalizzazione, gli assicuratori hanno ora un collegamento diretto con il loro
clienti”, afferma Jeffrey Bohn, Chief Research & Innovation Officer di Swiss
Re Institute. “Con la disponibilità di dati granulari, gli assicuratori possono meglio
segmentare i clienti, sviluppando  nuovi prodotti su misura e perfezionando  quelli esistenti in tempo reale. Questo va a vantaggio dei clienti e anche degli assicuratori”.

Con la crescente mole di dati sui comportamenti dei clienti, il ruolo dell’assicurazione si sta evolvendo, passando dall’indennizzo dei danni a un più ampio servizio di consulenza sulla prevenzione e la mitigazione dei rischi. Ad esempio, i dati digitali segnalano i cambiamenti nelle circostanze di vita di un individuo, come un matrimonio, una nuova casa o un nuovo lavoro. In risposta, gli assicuratori possono indirizzare l’orientamento personalizzato al cliente sulle azioni di mitigazione del rischio predittive e prescrittive della fase successiva.
Il rapporto diretto con il cliente si evolverà, i punti di contatto e i canali si normalizzano e i processi di back-office come marketing / vendita, sottoscrizione e amministrazione dei sinistri saranno sempre più automatizzati. Per completare l’efficienza della digitalizzazione, gli assicuratori saranno in grado di sfruttare al meglio le intuizioni e di indirizzare l’impegno umano verso circostanze in cui i consumatori si aspettano una risposta empatica, come una crisi sanitaria o la morte in famiglia. Il tocco personale in aree sensibili darà un volto umano all’assicurazione.
Sempre più spesso gli assicuratori operano in un ambiente in cui hanno accesso continuo a diverse fonti di dati, da oggetti collegati e fornitori di piattaforme, e intuizioni comportamentali dei consumatori e dei dati ambientali. Questo vedrà l’evoluzione del modello di business basato sui nuovi dati che portano gli assicuratori oltre la loro attuale catena del valore. 
digitalizzazione