Morgan Stanley prende E-Trade

di Alberto Chimenti MF-DowJones

Morgan Stanley acquisterà E-Trade per 13 miliardi di dollari, ennesima operazione di consolidamento nel settore dell’intermediazione al dettaglio. Nello specifico la banca d’investimento di Wall Street pagherà ciascuna azione di E-Trade 58,74 dollari. Il titolo Morgan Stanley ieri sera a un’ora dalla chiusura delle contrattazioni cedeva circa il 4%, mentre le azioni dell’azienda oggetto dell’acquisizione sono salivano di oltre il 20%. «E-Trade rappresenta una straordinaria opportunità di crescita per la nostra attività e un balzo in avanti nella nostra strategia di wealth management», ha dichiarato James Gorman, presidente e amministratore delegato di Morgan Stanley. Inoltre l’operazione è in linea con «la transizione decennale della nostra azienda verso un mix di business più snello, enfatizzando fonti di ricavo più durature», ha aggiunto il ceo. L’accordo dovrebbe essere perfezionato nel quarto trimestre di quest’anno. La transazione tra Morgan Stanley ed E-trade è in linea con il trend di consolidamento nella categoria dei broker online. L’anno scorso, Charles Schwab ha acquistato Td Ameritrade con un deal da 26 miliardi di dollari. E-Trade, con 5,2 milioni di account clienti e oltre 360 miliardi di dollari di asset retail, si aggiungerà ai 3 milioni di account clienti e ai 2.700 mld di solari di asset della banca d’investimento di Wall Street. Morgan Stanley prevede infine 400 milioni di dollari di riduzioni dei costi e ulteriori risparmi di pari a 150 mln usd grazie all’utilizzo dei depositi a basso costo di E-Trade per sostituire finanziamenti più costosi. Nel dettaglio l’operazione riguarderà il 100% del capitale sociale e pagherà 1.0432 delle sue azioni che equivale ai 58,74 dollari della quotazione di chiusura del 19 febbraio. La combinazione contribuirà al 57% del margine lordo globale. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf