Imparare ad imparare insieme

L’INTERVISTA

Intervista a Sergio Mattiuz, AD di ANIA SAFE

Autore: Gigi Giudice
ASSINEWS 316 – febbraio 2020

“Imparare ad imparare” questo il messaggio che ho sentito lanciare da Sergio Mattiuz, presentato come amministratore delegato di ANIA SAFE al convegno che Groupama, insieme a IBM, aveva promosso a metà settembre. Il cui titolo “Cognitive Insurance Transformin Business Together” risulta emblematico anche della missione che si è data l’Associazione fra le imprese di assicurazione nel varare ANIA SAFE.

Originata dalla consapevole necessità di mettere a disposizione delle compagnie associate uno strumento e un servizio aggiornato nell’era digitale. Per non trovarsi a disagio nella ricerca e nella creazione di nuove opportunità di business. L’intervento di Mattiuz, nel contesto del convegno agli IBM Studios, ha impressionato in termini decisamente favorevoli la platea, per il livello di conoscenze e preparazione sui vari temi dell’era digitale, mostrate nel confronto diretto con gli interventi degli esperti di scienze cognitive e degli specialisti di IBM.

Una istantanea sullo stato dell’arte del progresso delle nuove tecnologie ci dice che oggi vengono prodotti, nel mondo 40 Zettabyte nel 2019. Tanto per capirci: uno Zettabyte corrisponde a mille miliardi di Gigabyte. E si prevede che nel 2022 si arriverà a 80 Zettabyte. Nello stesso anno si ipotizza che saranno attivi 28 miliardi di dispositivi connessi tra weareable, droni, chip sottopelle e la tecnologia 5G consentirà poi di disporre di questi dati ovunque e istantaneamente.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati