Ford si lancia nel mercato dell’assicurazione auto

Venghino signori, venghino …  il mercato assicurativo attrae ogni giorno nuovi player. E’ ora la volta di Ford, il produttore auto americano, il cui modello di business appena presentato oltreoceano solleva questioni molto attuali.

Il sistema messo in atto con l’assicuratore americano Nationwide è simile a quello che Tesla ha lanciato alla fine del 2019: un’offerta assicurativa che permette ai conducente di risparmiare fornendo al produttore e all’assicuratore una certa quantità di dati. Do ut des.

Un modo per premiare i “buoni” conducenti di veicoli collegati che sono in grado di fornire i dati, con premi che possono essere ridotti fino al 40%. La semplice adesione a “Ford Insure” garantisce automaticamente uno sconto del 10%. Il premio cambia poi al primo rinnovo, dopo un periodo di quattro-sei mesi.

Negli ultimi anni, Tesla ha intrapreso un approccio simile, prima negli Stati Uniti prima di generalizzare questa esperienza nel Regno Unito alla fine del 2019: il produttore ha poi unito le forze con l’insurtech By Miles, in collaborazione con la società francese La Parisienne Assurances.

L’offerta di Ford (e dell’altro marchio statunitense Lincoln, specializzato in auto di lusso) è attualmente disponibile in 39 stati americani, con l’ambizione di estenderla a tutto il paese a breve termine. È integrata direttamente nell’applicazione mobile Ford o Lincoln, a seconda del modello, senza bisogno di un tracker aggiuntivo.

Un altro punto degno di nota il fatto che sia possibile accedere ad altri sconti sulle assicurazioni stipulate con Nationwide oltre a “Ford Insure”, sia per un altro veicolo, ma anche per l’assicurazione della casa… e anche per gli animali!

Sono già state esplorate diverse possibilità di innovare l’assicurazione auto, senza però arrivare a modulare i premi in cambio dell’accesso ai dati personali, trattandosi di una questione molto delicata.

In ogni caso, questo annuncio conferma il graduale sviluppo della distribuzione assicurativa tramite operatori terzi, mercati o aziende di altri settori, come è stato recentemente evidenziato dall’arrivo sul mercato assicurativo di Ikea (in collaborazione con SwissRe).

Ford