Cattolica, modifiche governance

Semaforo verde, da parte di due accademici esperti di corporate governance, alle modifiche allo statuto di Cattolica assicurazioni proposte dai soci Francesco Brioschi, Massimiliano Cagliero, Giuseppe Lovati Cottini, Credit Network & Finance e SH64. Si tratta di un parere pro veritate che attesta la piena legittimità delle Regole di buon governo e della relativa delibera che potrà essere assunta dalla prossima assemblea dei soci. Il parere è stato redatto da Niccolò Abriani, ordinario di diritto commerciale all’università di Firenze, e da Marco Lamandini, ordinario di diritto commerciale nell’ateneo di Bologna.
Le Regole di buon governo sono state presentate dai soci proponenti con la finalità di salvaguardare Cattolica, introducendo principi di governance in linea con i migliori standard societari e considerando, al tempo stesso, la natura cooperativa.
Tra le modifiche presentate, che saranno discusse all’assemblea straordinaria del 7 marzo, ci sono il deciso rafforzamento dei requisiti di indipendenza e professionalità dei consiglieri di amministrazione; l’incremento del numero degli amministratori di minoranza; l’introduzione di un limite al numero di mandati e di età dei consiglieri e la ridefinizione del ruolo del presidente.
© Riproduzione riservata

Fonte: