ZURICH: le startup vincitrici del concorso globale dedicato alle insurtech

La startup Insurtech Chisel AI si è aggiudicata il primo posto della prima edizione dello Zurich Innovation World Championship, grazie alla propria attività mirata a migliorare l’elaborazione delle fonti di dati non strutturate tramite l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Zesty.ai ha ottenuto la medaglia d’argento, mentre LifeNome e Soldier.ly condividono quella di bronzo.

La cerimonia di premiazione si è svolta presso la sede centrale di Zurich, in Svizzera. Ogni vincitore ha ora l’opportunità di sviluppare programmi pilota per mettere i propri prodotti e servizi a disposizione dei clienti del Gruppo in paesi e regioni selezionate.

Mario Greco, Group Chief Executive Officer, ha dichiarato: “Zurich Innovation World Championship sottolinea il nostro costante obiettivo di attrarre e trattenere i migliori e più innovativi talenti su base globale. Le candidature che abbiamo ricevuto provenivano da un vasto range di paesi, dall’Argentina all’Australia, a dimostrazione dell’enorme quantità di talenti, idee e persone che riconoscono l’importanza delle opportunità offerte dalla collaborazione e dalla possibilità di imparare da Zurich. Siamo davvero entusiasti di poter lavorare con i vincitori per sviluppare nuovi servizi, approcci e competenze all’avanguardia che ci aiuteranno a soddisfare al meglio le esigenze in continua evoluzione dei nostri clienti, dipendenti e altri stakeholder a livello globale“.

Chisel AI ha ideato uno strumento di natural language e di elaborazione dell’IA che consente agli assicuratori commerciali e ai broker di estrarre, identificare e classificare fonti di dati non strutturate – quali i documenti assicurativi – 400 volte più velocemente e molto più accuratamente di un essere umano.

Zesty.ai ha messo a punto una soluzione basata sull’IA che fornisce agli assicuratori e agli altri utenti delle valutazioni proprietarie dettagliate e accurate per migliorare la sottoscrizione, i prezzi e la risposta post-evento. Attraverso l’utilizzo di immagini satellitari e quelle dei droni, alle quali si uniscono le informazioni raccolte dagli aerei e dati metereologici, zesty.ai ha analizzato più di 115 miliardi di data point di 140 milioni di strutture.

LifeNome ha creato una piattaforma XHealth, che combina l’underwriting legato  alla salute e al benessere, con l’obiettivo di migliorare la salute dei clienti e far risparmiare denaro agli assicuratori. Il 70% dei dipendenti dell’azienda ha un dottorato di ricerca.

Soldier.ly ha sviluppato la prima app al mondo per che rileva lo stress tramite gli smartwatch, offrendo agli utenti assistenza in tempo reale. L’applicazione Soldier.ly, approvata dalla FDA, rileva lo stress e interviene quando emergono segnali di quest’ultimo. I problemi di salute mentale colpiscono attualmente circa 700 milioni di persone in tutto il mondo.