RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 01/02/2019

logo_mf

La recessione, ancora tecnica, non è un fulmine caduto sul governo a ciel sereno. Già alla vigilia dei dati preliminari sul pil del quarto trimestre, diffusi ieri dall’Istat, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva anticipato il calo per il secondo trimestre consecutivo. Gli ultimi tre mesi del 2018 si sono chiusi con una flessione dello 0,2%, dopo la caduta dello 0,1% tra luglio e settembre. La crescita acquista per l’anno in corso è quindi all’1%. Tuttavia lo strascico per il 2019 è una variazione acquisita negativa per lo 0,2%.
Dopo diverse settimane di lavoro l’operazione Unipol Banca arriverà presto al vaglio del vertice di Bper . Il consiglio di amministrazione dell’istituto dovrebbe esaminare le condizioni dell’offerta nella riunione di giovedì 7 febbraio, nell’ambito dell’approvazione dei risultati di bilancio. I termini generali sarebbero già stati definiti, anche se mancano ancora dettagli decisivi. A partire dal prezzo che Modena (assistita da Citi, mentre Unipol si sta avvalendo della consulenza di Mediobanca e Credit Suisse) vorrebbe portare nella parte bassa della forchetta di 260-280 milioni emersa nelle scorse settimane, versando l’intero importo in contanti o comunque una buona parte.

La privacy al centro del dibattito del Congresso nazionale Unagraco, soprattutto in considerazione dell’impatto che la nuova normativa ha avuto sulle aziende e sulla Pubblica amministrazione. Secondo il generale Gaetano Mastropierro, Capo di stato maggiore del comando Unità speciali della Guardia di finanza di Roma, «la privacy è il paradigma della complessità e la protezione dei dati personali è un tema che sta diventando sempre più centrale nella società contemporanea. Emerge con chiarezza, quindi, quanto sia importante tutelare le persone rispetto al trattamento dei propri dati definiti il “petrolio” del nuovo millennio

Repubblica_logo

  • Fiumi di fango e rifiuti tossici le miniere mortali del Brasile
Una vena rossastra che si irradia nel verde della foresta pluviale e che diventa una ragnatela. Come un virus. Sempre più largo, sempre più profondo. Le foto satellitari scattate in queste ore illustrano bene gli effetti dell’ultimo disastro umano e ambientale, il più grave del Brasile. Il fiume Paraopeba ha cambiato colore. È diventato un canale di contaminazione. Su 4.000 miniere ” altamente nocive” presenti in Brasile, secondo il ministero delle Miniere, ce ne sono 205 che contengono rifiuti minerali tossici. Sono a rischio, perché i muraglioni dei bacini di raccolta sono fatti con materiale di scarto. Cinque ingegneri, tre della Vale e due della società di revisione tedesca Tuv- Sud, sono stati arrestati per concorso in omicidio, strage e falso. La holding canadese ha annunciato la chiusura di 9 dei 22 siti in funzione. Le sue azioni sono crollate del 27 per cento in Borsa. Dovrà risarcire le vittime, pagare una multa stratosferica. Non ha distribuito dividendi e bonus agli azionisti. Stima un calo della produzione del 10 per cento. Cinque miliardi di dollari in meno e un’immagine compromessa.

  • Più garanzie per le pensioni contro i pignoramenti
Più tutela sulla pignorabilità delle pensioni. La Corte costituzionale, con la sentenza n. 12 del 2019, depositata ieri, ha dichiarato l’illegittimità della disciplina transitoria introdotta nel 2015 che limita la pignorabilità dei trattamenti previdenziali (ma non solo, nel nuovo articolo 545 del Codice di procedura civile la protezione riguarda anche stipendi e indennità varie). La novità però valeva, secondo la disciplina ora censurata dalla Consulta, solo per le procedure esecutive iniziate dopo il 27 giugno 2015, data di entrata in vigore della modifica al Codice.
  • Il primo socio di Unipol al bivio
È il primo azionista di Unipol con il 22,148% del capitale. È il perno attorno a cui il mondo cooperativo ha voluto costruire la presenza nella grande distribuzione. Ma è anche, in questo momento, l’anello debole di una catena già messa alla prova dalla crisi del settore costruzioni. Coop Alleanza 3.0 è stata pensata per lanciare la sfida ai big del retail alimentare, Esselunga in primis, e si è presentata come un colosso dalle forti ambizioni. Tuttavia, per ora, la super coop si è dovuta scontrare con una realtà ben più complessa del previsto. I forti investimenti, una gestione finanziaria che non ha dato i risultati sperati e una gestione industriale che necessitava di un assestamento strategico hanno generato un mix micidiale che ha imposto un generale ripensamento, affidato, come scritto nell’altro pezzo in pagina, a due consulenti di peso.

Il riassicuratore Scor fa causa al suo primo azionista Covéa e al suo ceo per abuso di fiducia. SCOR accusa Thierry Derez di aver abusato del suo ruolo di amministratore del gruppo riassicurativo “in nome proprio” per utilizzare informazioni e un documento “strettamente confidenziale” al fine di accelerare il proprio progetto di acquisizione di SCOR.
Thierry Derez rischia teoricamente una pena detentiva di tre anni e una multa di 375.000 euro. Una nuova svolta giudiziaria in una lotta di potere che aveva già tutti gli ingredienti del thriller economico. Come si è arrivati a questo?
Lo Stato di New York vuole regolamentare delle pratiche già diffuse. Presto sarà necessario pensarci due volte prima di pubblicare una foto sui social network. Evitate di scattare foto di voi che fumate, ad esempio, e prediligete i selfie nell’abbigliamento sportivo. A New York, secondo il Wall Street Journal, gli assicuratori stanno per ottenere il diritto di utilizzare i social network per valutare i rischi dei loro clienti. Gli assicuratori dovranno dimostrare che queste informazioni non sono utilizzate per discriminare determinati clienti. Una sfumatura che promette alcune battaglie legali. Secondo i principi stabiliti, sarebbe particolarmente importante evitare che gli algoritmi abbiano un pregiudizio razziale o discriminino le minoranze.