Quota 100 e le principali novità sulle pensioni

PREVIDENZA

Autore: Silvin Pashaj e Maria Elisa Scipioni
ASSINEWS 305 – febbraio  2019    

Uno dei principali obiettivi dell’attuale Governo, sin da prima del suo insediamento, era quello di smantellare la riforma delle pensioni targata dall’allora Ministro Elsa Fornero e consentire di anticipare il momento di entrata in pensione per molti italiani.
A oggi, quando il decreto è ormai realtà, o quasi, l’afflato restauratore si è alquanto attenuato.

Questo provvedimento non si discosta di molto dalla forma di precedenti interventi correttivi.
Le misure sono sostanzialmente temporanee e non strutturali e ciò implica che tutte le precedenti norme rimangono in vigore, con qualche nuova alternativa.
Così si aggiunge non poca complessità, mantenendo in vigore quasi tutti i canali di pensionamento della legislazione passata e introducendone altri che cambiano profondamente lo scenario.

Diverse sono le misure introdotte per anticipare la pensione, chiamando alla doverosa riflessione numerosi lavoratori che trovandosi in prossimità dell’età pensionabile possono, di propria sponte, optare per il pensionamento anticipato, ma proprio per questo il quadro si fa decisamente più complicato ed articolato.
Quota 100 rappresenta la novità sostanziale in materia previdenziale, della quale si stima che nel primo anno se ne potrebbe avvalere una platea di circa 300.000 lavoratori, stima prudenziale a dire il vero.

Già nello scorso appuntamento abbiamo iniziato a fare due conti sulla convenienza o meno di tale facoltà. Entreremo in seguito maggiormente nel dettaglio di questa nuova opportunità.
Torna inoltre in auge la misura sperimentale cd. “Opzione donna”, facoltà più volte prorogata e rivista nel corso degli ultimi anni.
Viene rivista, infine, anche la pensione anticipata conseguibile indipendentemente dall’età anagrafica al raggiungimento di una determinata anzianità contributiva, quella prevista dalla riforma Fornero.

Per questo canale è stato bloccato l’incremento per la speranza di vita a partire dall’anno in corso. Ma vediamo nel dettaglio punto per punto gli elementi di cambiamento.

CONTENUTO A PAGAMENTOIl contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati