Itas: a gennaio premi danni e vita in crescita

Il consiglio di amministrazione di ITAS mutua presieduto da Fabrizio Lorenz ha esaminato l’andamento della raccolta premi realizzata nel mese di gennaio dal Gruppo.

I premi complessivamente emessi nei rami danni sono ammontati a 68 milioni con una crescita a termini omogenei del 14,8%, ampiamente superiore a quella stimata per il mercato.

La crescita – sottolinea una nota – è stata realizzata grazie alle ottime performance di tutta la rete agenziale del Gruppo ed è in linea con gli obiettivi quantitativi e qualitativi stabiliti con il piano industriale 2017/2020 approvato nel corso del mese di gennaio dal CdA.

In particolare il settore auto ha visto una crescita dei premi del 21,6% a termini omogenei a fronte di una crescita dei contratti del 14%. Grazie a questo andamento è stato realizzato per la prima volta dopo alcuni esercizi di continua riduzione un aumento del premio medio.

Anche gli altri rami hanno registrato ottime performance registrando una crescita del 9,5%. Si conferma quindi anche l’obiettivo di una crescita equilibrata tra rami auto e rami non auto.

Per quanto riguarda il ramo vita, la raccolta del fondo pensione Plurifond ha fatto registrare una crescita nel mese di gennaio dei contributi del 15,9%, portando gli attivi del fondo da 655 milioni a 676 milioni di euro e il numero degli iscritti a quasi 62.000.

Anche nel comparto previdenziale è cresciuta la raccolta della rete agenziale (+21,4%) e e quella delle reti bancarie convenzionate (+14,2%).

Per quanto riguarda il resto della produzione vita si conferma da un lato l’ottimo andamento delle polizze di puro rischio dall’altro una contenuta crescita della raccolta netta dei prodotti tradizionali (+14 milioni) che non riflette ancora gli effetti delle nuove proposte assicurative vita che il Gruppo proporrà ai propri assicurati a partire dal mese di aprile 2018.