Il governo cinese commissaria per un anno Anbang

Uno dei colossi assicurativi cinesi è stato rilevato dal governo. L’authority del settore, China Insurance Regulatory Commission (Circ), ha annunciato la decisione di rilevare per un anno il gigante Anbang per mantenere una «operatività normale» e «proteggere i diritti dei consumatori». E questo, considerato che «le pratiche illegali di business condotte da Anbang Insurance Group possono seriamente minacciare la solvibilità della compagnia». Si tratta dell’azione più dura intrapresa da Pechino nell’ambito del giro di vite sulle imprese che negli ultimi anni si erano fortemente diffuse all’estero. La mossa è arrivata dopo mesi di indagini. Il presidente del gruppo, Wu Xiaohui, è sotto indagine dallo scorso giugno, «sospettato di crimini economici», sottolinea la Circ. L’operazione non cambierà la natura privata di Anbang e non avrà conseguenze sui debiti contratti.

Il gruppo è uno dei big cinesi, come Hna e Wanda, finito nel mirino degli enti di regolamentazione per le forti acquisizioni all’estero degli anni passati. Il più celebre di Anbang riguarda il Waldorf Astoria di New York, nel gennaio 2014, per 1,95 miliardi di dollari (1,58 mld euro).
Fonte: