Allianz Italia: premi in crescita (+11,1%) e utile operativo a 1,4 miliardi di euro (+13%) nel 2017

Nel 2017 Allianz Italia ha messo a segno un altro anno positivo, registrando una
crescita dei premi totali del +11,1% rispetto al 2016, a 15,7 miliardi di euro.

La crescita è stata principalmente trainata da uno sviluppo positivo del comparto Vita, cresciuto del +17,1% a 11,2 miliardi di euro e da un recupero dei rami Danni (-1,3% anno su anno, rispetto ad un avvio d’esercizio che aveva registrato -3,1% nel primo trimestre 2017).

La profittabilità si è confermata solida, con un utile operativo che ha raggiunto 1,4 miliardi di euro, in crescita del +13% rispetto all’anno precedente ed un Combined Ratio tra i migliori del mercato ed in miglioramento rispetto al 2016.

Allianz S.p.A., guidata dal 1° gennaio 2018 da Giacomo Campora, nel corso del 2017 ha continuato ad investire per supportare al meglio la trasformazione della rete degli Agenti Allianz, al fine di consentire loro di coniugare con sempre maggior efficacia la già forte competenza consulenziale con i benefici derivanti dalla digitalizzazione. Ed infatti proprio dal canale Agenti è giunto un rilevante contributo ai risultati 2017 della Compagnia.

Giacomo Campora, Amministratore Delegato di Allianz S.p.A., ha commentato: “Allianz Italia, sotto la guida di Klaus-Peter Roehler, ha ottenuto nel 2017 risultati positivi, con premi totali in crescita, nonostante le sfidanti condizioni del mercato, ed una solida profittabilità, che ci ha consentito di contribuire ancora una volta ai risultati del nostro Gruppo e, per la nostra parte, alla ripresa del Paese. Questa strategia di crescita profittevole, che vede gli Agenti Allianz centrali nel nostro disegno strategico impostato negli anni di lavoro insieme a Klaus-Peter Roehler e al Management Team di Allianz Italia, si sta dimostrando non solo sostenibile, ma efficace. La trasformazione del modello agenziale grazie alla digitalizzazione, sui cui abbiamo fortemente investito negli ultimi anni, è una delle pietre angolari della nostra crescita, unitamente alle capacità consulenziali dei nostri Agenti, ad un portfolio di soluzioni assicurative sempre più nativamente digitali e ad una assoluta centralità del cliente. Eccellenza tecnica, reputation aziendale, forza del brand e della rete agenziale sono gli asset imprescindibili per proseguire a migliorare anno dopo anno il nostro lavoro al servizio delle famiglie e delle imprese italiane”.

I premi Danni nel 2017 sono ammontati a 4,51 miliardi di euro, con un calo del -1,3% anno su anno, in miglioramento rispetto ai primi nove mesi dell’anno. L’utile operativo del comparto si è mantenuto forte, attestandosi a 1,1 miliardi di euro, e il Combined Ratio si è attestato a 80,8% (in miglioramento di 4 punti percentuali da 84,8% nell’anno precedente).

I rami Danni Non-Auto hanno registrato una crescita del +3,4% rispetto al 2016, mentre il comparto Auto ha mostrato segnali di ripresa (-4,3% dal 2016, in miglioramento rispetto all’avvio d’anno che aveva registrato -6,0%) pur continuando a risentire del trend di mercato.

In termini di prodotti, l’offerta modulare Allianz1 e Allianz1 Business ha superato, dal lancio, la vendita di 480mila contratti, mentre Allianz Bonus Drive, la soluzione telematica Auto ha continuato a crescere, aggiungendosi al significativo portafoglio Telematics già in essere.

Con riferimento ai canali distributivi, la Compagnia diretta Genialloyd ha messo a segno una crescita dei premi del +5,4% rispetto al 2016 (a fronte di una flessione del mercato diretto, nei primi nove mesi dell’anno, del -1,6%) e la Bancassurance, con il partner Unicredit, ha confermato l’andamento positivo, con una crescita del +21,6%.

Nel 2017 i premi Vita sono ammontati a 11,2 miliardi di euro (+17,1% rispetto al 2016) e le riserve totali a 69,9 miliardi di euro, in aumento del 7,8% dal 2016. Il valore della nuova produzione è aumentato del +38% rispetto al 2016, con un margine della nuova produzione in miglioramento al 2,6% (rispetto al 2,2% del 2016). L’utile operativo si è attestato a 243 milioni di euro, in calo del -4,1% rispetto al 2016, a causa di alcuni effetti
straordinari positivi registrati l’anno precedente, ma in linea con le aspettative, grazie alla creazione di prodotti innovativi caratterizzati da basso assorbimento di capitale e margini attraenti, orientati alla creazione di valore per i clienti.
Il focus sull’innovazione di prodotto e sulle soluzioni di puro rischio e a basso consumo di capitale ha ulteriormente migliorato il business mix, con un’incidenza dei prodotti Unit-Linked attestatasi al 90% della nuova produzione (dal 78% del 2016), rispetto alla media di mercato che nel 2017 è stata del 46%.

Significativo il contributo del canale Agenti nel settore delle polizze vita temporanee caso morte, con premi contabilizzati in aumento del +13,3% ed un incremento del +41,3% dei premi Unit-Linked. La raccolta Vita del canale Financial Advisors ha registrato una crescita dei premi del +27,2%, con un’incidenza delle Unit Linked che si è attestata al 99% della nuova produzione.
La raccolta delle nuove soluzioni PIR assicurativi Allianz Prospettiva Italia Risparmio e CreditRas Univalore Italia ha raggiunto i 690 milioni di euro.

Il risultato netto del gruppo Allianz SE ha risentito invece delle catastrofi naturali e della riforma fiscale statunitense votata a fine dicembre. L’utile è calato del 2,3% a 6,8 mld. Gli incendi in California, gli uragani Harvey, Irma e Maria e le tempeste in Europa hanno contribuito a innalzare a 1,1 miliardi di euro la somma dei risarcimenti, 400 milioni in più rispetto al 2016. Le altre divisioni hanno registrato un andamento migliore, con le assicurazioni sulla vita e sulla salute che hanno registrato un risultato operativo di 4,4 miliardi di euro, in crescita del 3,1 per cento.
I ricavi totali sono cresciuti del 3% a 126,1 mld e l’utile operativo è salito dello 0,4% a 11,1 mld.

Nel quarto trimestre, l’utile netto del gruppo assicurativo tedesco è diminuito del 22% su base annua a 1,4 miliardi di euro.