Le chances e la responsabilità medica – la necessità di un doppio sistema valutativo

Avv. Gianluca Messercola.

TRIBUNALE DI ROMA – GU DOTT. MORICONI – SENTENZA N. 1138/2017 DEL 24.01.2017

Nel complesso meccanicismo della responsabilità medica, le chances entrano nel sistema risarcitorio con forza autonoma e meritano, secondo la sentenza in commento, un approccio valutativo – sulla singola fattispecie – del tutto disancorato, rispetto alla domanda che miri ad accertare la probabilità di realizzazione di un determinato trattamento medico.

Si parla, in concreto, di perdita delle chances di sopravvivenza in senso proprio, allorquando l’atto colposo del medico ha privato la vittima non della certezza, ma della mera speranza di guarire. Le chances, quindi, come più volte ricordato dal Supremo Collegio si caratterizzano per essere una entità patrimoniale a se stante, economicamente e giuridicamente suscettibile di autonoma valutazione e per questo vanno sempre ed in via del tutto autonoma accertate e richieste.

La premessa – forse scontata – insiste sul differente concetto di guarigione e sopravvivenza (nel caso di decesso del paziente), laddove, secondo il Tribunale di Roma, nel caso di acclamato danno da perdita delle chances, per poterne ritenere accertata la sussistenza, , non basta far riferimento alla probabilità di realizzazione, alla stregua del principio del più probabile che non.
Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano

Hai dimenticato la Password?
Registrati