Distribuzione dei premi infortuni e malattia per garanzia assicurativa (I sem 2016)

La statistica semestrale Infortuni e Malattia dell’ANIA rileva la spaccatura dei premi dei due rami tra polizze individuali e collettive, oltre che la loro ripartizione secondo le principali tipologie di coperture assicurative offerte.

La raccolta totale dei premi contabilizzati è stata ottenuta sulla base di un campione di imprese rappresentativo di oltre l’80% sia per il ramo Infortuni sia per il ramo Malattia ed è stata poi fatta una stima per riportare al 100% il volume premi già disponibile in ANIA sulla base delle anticipazioni ufficiali dei bilanci delle imprese.

La ripartizione dei premi contabilizzati tra le diverse garanzie offerte è invece ottenuta unicamente dai dati del campione delle imprese partecipanti, con informazioni a volte parziali per singola impresa; trattandosi pertanto di una rilevazione campionaria è possibile che i valori effettivi di mercato possano differire parzialmente da quelli di seguito riportati. Su un campione di imprese ancor più ridotto, quindi con una maggiore incertezza circa i dati stimati, si riporta in pubblicazione anche una stima dei premi di nuova produzione per i due rami e per le diverse garanzie.

I risultati di seguito commentati sono relativi al I semestre 2016, confrontati con il corrispondente semestre del 2015. Nel I semestre 2016 i premi contabilizzati (individuali e collettivi) relativi al ramo Infortuni sono stati pari a 1,7 miliardi, in lieve aumento (+1,0%) rispetto all’analogo periodo del 2015 (nel 2015 la crescita era stata dell’1,3%). Si stima che i premi di nuova produzione sottoscritti nel corso dei primi sei mesi dell’anno abbiano rappresentato il 18% del totale, cinque punti percentuali in più rispetto all’incidenza osservata nel I semestre 2015, a fronte di un ammontare pari a 294 milioni (+33,2% rispetto al I semestre 2015).

All’incremento dei premi contabilizzati ha contribuito principalmente la garanzia invalidità permanente (totale o parziale), pari a oltre un terzo dei premi contabilizzati (588 milioni), in aumento del 5,2% rispetto al I semestre 2015; sono in calo invece i premi delle garanzie infortunio del conducente e morte, rispettivamente del -4,3% (con un volume di 359 milioni) e del – 1,9% (per un volume di quasi 290 milioni di euro). Per entrambe le garanzie, i corrispondenti premi di nuova produzione sono invece in crescita rispetto al I semestre 2015.

I premi contabilizzati (individuali e collettivi) afferenti al ramo Malattia sono stati nel I semestre 2016 pari a 1,2 miliardi, di cui 180 milioni di nuova produzione (il 15% del totale), in forte crescita (+8,5%) rispetto all’analogo periodo del 2015 (il new business è aumentato del 15,8%). La garanzia rimborso spese mediche rappresenta oltre i tre quarti della raccolta premi per un importo pari a 910 milioni (di cui il 9% afferente a nuovi affari), in aumento del 6,6% rispetto al I semestre 2015.

Positivo anche l’andamento del volume premi relativo alla garanzia invalidità permanente, pari nel I semestre 2016 a 121 milioni (il 10% del totale), di cui oltre la metà costituito da polizze di nuova produzione, in aumento del 43,2% rispetto allo stesso periodo del 2015. L’unica contrazione si registra nei premi relativi alla garanzia diaria, in calo del 7,7% rispetto al I semestre 2015, con un ammontare pari a 87 milioni (il 7% del totale), di cui l’11% afferente a polizze di nuovi affari.

Fonte: ANIA Trends