Bruxelles creerà un’assicurazione obbligatoria e un fondo per le vittime del veicolo autonomo

Il Parlamento europeo vuole chiarire al più presto il quadro delle responsabilità riguardo i veicoli autonomi e intende creare un sistema di assicurazione obbligatoria e un fondo supplementare per garantire il risarcimento alle vittime di incidenti che coinvolgono questi veicoli senza conducente.

Non solo per quanto riguarda i veicoli autonomi. Gli euro deputati insistono anche nella creazione di una personalità giuridica specifica a lungo termine per i robot. L’obiettivo è quello di determinare le responsabilità in caso di danni.

In una risoluzione il Parlamento europeo afferma che il rapido sviluppo della robotica richiede la definizione di norme comuni in tutta l’UE per imporre standard etici e l’accertamento chiaro delle responsabilità in caso di incidenti.

Insurance Europe  si è espressa a sfavore di un’assicurazione obbligatoria per i robot.
La richiesta della UE punta ad un regime di assicurazione obbligatoria ampio per i produttori di robot al fine di coprire i danni causati dagli stessi.

Nicolas Jeanmart di Insurance Europe spiega che “l’assicurazione obbligatoria funziona solo in casi specifici e in presenza di determinate condizioni di mercato, come ad la presenza di sufficienti dati relativi agli incidenti, un elevato livello di standardizzazione, una elevata capacità di sottoscrizione per gestire i rischi e coprire i risarcimenti. Non è il caso dell’assicurazione per i robot”.