Prima riunione del Coordinamento europeo degli Agenti Generali

Si è svolta a Parigi presso la sede di Generali France negli uffici del “Triangl” (Gruppo Agenti francese), nei giorni 17 e 18 febbraio, la prima riunione ufficiale del “Coordinamento Europeo degli Agenti Generali “ che ha visto la partecipazione di Vincenzo Cirasola in rappresentanza del GAA Italiano,  presidente del Triangl francese e Christian Schmidt rappresentante dell’IVHV tedesco. Alla riunione ha partecipato anche Fulvio Galli, segretario generale del Gaa Generali e una delegazione del BIPAR, guidata dal presidente della commissione agenti.

Nato nel maggio dello scorso anno sul modello di quello  già in essere per gli agenti Axa e Allianz, anche il nuovo organismo creato dai tre principali gruppi agenti di Generali si è posto come obiettivo l’analisi e lo studio sul ruolo dell’agente nel contesto europeo e sull’evoluzione della professione. In questa occasione c’è stato anche un breve ma costruttivo confronto con Eric Lombard, Ceo di Generali France.

Molti i temi all’ordine del giorno discussi nella prima riunione dai tre rappresentanti, tra i quali anche la nomina del nuovo group ceo per Assicurazioni Generali, che in una lettera inviata al presidente Gabriele Galateri di Genola, si auspicano sia una persona che continui nell’opera di valorizzazione e di centralità del ruolo assunto dell’agente, unico e vero patrimonio per il modello distributivo europeo.

“Sono onorato di aver presenziato a questa prima riunione del Coordinamento Europeo degli Agenti Generali, che conferma l’obiettivo di far crescere ed evolvere una professione che continua e continuerà, dal nostro punto di vista, a rappresentare un asso portante della distribuzione di prodotti assicurativi non solo in Italia, ma anche in Europa” ha dichiarato Vincenzo Cirasola, presidente di GAA Generali. “Per questo mi auguro che la scelta sul prossimo group ceo di Assicurazioni Generali ricada su un manager che consideri il ruolo degli agenti strategico ai fini della crescita del gruppo e del business”.