La variabile geografica nella sottoscrizione assicurativa

Tecnica

Le infinite variabili geografiche che influiscono
nella valutazione dei rischi da assicurare

Autore: Fabrizio Mauceri
ASSINEWS 250 – febbraio 2014

Il rischio geografico è sempre stato valutato nelle coperture assicurative. Nelle polizze furto ad esempio la collocazione territoriale del rischio da assicurare produce da sempre i suoi effetti nel tasso finale pagato dall’assicurato. Anche in altri rami ovviamente l’influenza territoriale si è sempre fatta sentire. Nel ventunesimo secolo però gli strumenti a disposizione degli operatori per valutare le infinite variabili del rischio geografico hanno fatto degli autentici passi da gigante. Le informazioni a disposizione degli assicuratori sono talmente tante da permettergli a volte di verificare anche i singoli dettagli prima di prestare la copertura assicurativa e senza aver visto il rischio di persona. Alcune di queste informazioni sono a disposizione di tutti gli utenti (compagnie, intermediari, assicurati). Altre sono più facilmente ottenibili dalle compagnie di assicurazione rispetto a tutti gli altri soggetti interessati. In questa sede è interessante fare un excursus degli strumenti a disposizione per valutare i rischi da assicurare in base alla loro ubicazione.
Le variabili geografiche che possono incidere nella sottoscrizione dei rischi le possiamo suddividere in tre macro gruppi. Nel primo di questi fanno parte le variabili relative ai danni da eventi naturali (sono ricomprese in questo insieme tutte le informazioni inerenti a) danni da vento, pioggia, e grandine, b) i danni da inondazione e alluvione, c) i danni da allagamento, d) i danni da terremoto).
Fanno parte del secondo gruppo i danni conseguenti da atti dolosi di terzi (sono ricomprese in questo insieme tutte le informazioni inerenti a) i danni da furto e rapina, b) i danni da incendio doloso c) i danni da attentati dinamitardi d) i danni da terrorismo).
Fanno parte del terzo gruppo tutte le informazioni granulari inerenti il singolo rischio da assicurare (sono ricomprese in questo insieme tutte le informazioni inerenti a) i danni che possono essere provocati dai rischi vicini, b) i danni che possono essere subiti dai rischi vicini, c) le micro variabili geografiche inerenti il singolo sito da assicurare d) le informazioni che arrivano dal sopralluogo tecnico).CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati