AEC: rinnovata per l’anno 2012 la convenzione con il Consiglio Nazionale dei Chimici

Il Consiglio Nazionale dei Chimici ha  provveduto a rinnovare per l’anno 2012 la convenzione quadro con alcuni Sottoscrittori dei Lloyd’s per il tramite di AEC Master Broker che già, in ampia misura, conteneva tutti gli elementi ora previsti e resi obbligatori dal DL 13 agosto 2011, n. 138, legge di conversione n. 148/2011,

Nel merito il Consiglio Nazionale dei Chimici ha negoziato le condizioni per addivenire ad un pacchetto di per tutti i rischi del Chimico pervenendo ad uno Schema Tipo di polizza professionale ai fini di rendere un servizio a tutti gli iscritti agli Ordini dei Chimici.

La polizza Lloyd’s proposta è strutturata nella forma “All Risks”, tipica del mercato assicurativo anglosassone: sono comprese tutte le attività rientranti nelle competenze professionali dei Chimici, come definite da leggi, normative statali e regionali e regolamenti, tranne ciò che risulta esplicitamente escluso, prevedendo tre macro-aree:

– Area della Responsabilità Civile,

– Area dei Rischi del Patrimonio,

– Area dei Rischi della Persona,

Il Programma Assicurativo per i Chimici è il risultato di analisi dei rischi, delle esigenze e dell’attività di progettazione di nuove soluzioni, svolta tra AEC Master Broker ed il Consiglio Nazionale insieme alle Compagnie di Assicurazione scelte.

 “L’obbligo assicurativo per i professionisti è in procinto di entrare nell’ordinamento e rappresenta un significativo indice degli obblighi di comportamento dei professionisti nei confronti dei loro clienti – dichiara Fabrizio Callarà AD del Gruppo AEC. Tutti gli ordinamenti professionali entro il prossimo agosto dovranno pertanto essere riformati per prevedere tale specifica prescrizione. I clienti che si servono di professionisti devono essere tutelati a fronte di errori, per colpa lieve o grave, che il professionista commetta nell’esercizio delle proprie funzioni”.

“Fortemente innovativo – continua Callarà – è stato l’approccio del Consiglio Nazionale dei Chimici alle esigenze assicurative del chimico non pensando più alla sola copertura per i rischi professionali ma offrendo al professionista un ventaglio di soluzioni a 360° con alcune coperture presentate per la prima volta in Italia. Inoltre i Chimici iscritti agli Ordini Provinciali potranno stipulare singolarmente le coperture assicurative senza necessità di un numero minimo di aderenti e godranno dell’assistenza professionale fornita dalla rete territoriale di Broker professionisti nostri corrispondenti  con una consolidata esperienza in questa tipologia di coperture”.