Rata premio non pagata sanzione assicurata

 

Ancora una pronuncia della Cassazione su un caso di tardivo pagamento del premio assicurativo

Di Bianca Pascotto

Nell’arco di meno di un mese due pronunce del Supremo Collegio[1] hanno visto la luce sulla tematica o più precisamente sulle conseguenze del tardivo pagamento del premio di polizza i cui effetti che non sono per nulla piacevoli per il distratto assicurato.

Entrambe le decisioni hanno confermato l’orientamento che, ormai, dovrà ritenersi consolidato o quantomeno prevalente, in merito alla irretroattività degli effetti del pagamento del premio decorsi i 15 giorni dalla scadenza indicata nella polizza, ed un tanto anche in presenza dell’accettazione per facta concludentia dell’assicuratore e della sua “accondiscendenza“, nel retrodatare l’efficacia della polizza.

IL CASO: sanzione per ritardato pagamento del premio

Il giorno 21 maggio 2018, Tizia viene “pizzicata” dalla Polizia Municipale che gli contesta l’assenza della copertura assicurativa del suo veicolo – al momento dell’accertamento fermo del parcheggio – e la sanziona con l’importo di € 594,30.

Tizia contesta il verbale avanti il Giudice di Pace deducendo che il veicolo era assicurato, come da quietanza di polizza che esibisce con decorrenza dalle ore 24 del 15.05.18.

Il giudice di prime cure rigetta l’opposizione che viene impugnata avanti il Tribunale distrettuale il quale a sua volta rigetta l’appello, evidenziando che (i) l’accertamento dell’infrazione era stato accertato alle ore 10.30 del 21 maggio, che (ii) il pagamento era stato effettuato con bonifico il giorno stesso dell’infrazione con valuta 22 maggio e che (iii) la polizza era scaduta il 16 febbraio.  Al momento dell’accertamento l’illecito amministrativo si era già perfezionato poiché alle ore 10,30 non vi era prova di alcuna copertura assicurativa e gli effetti del pagamento del premio tardivo non potevano retroagire pur in presenza della dichiarazione dell’assicuratore.

Non paga, Tizia interroga la Corte di Cassazione.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

_______

[1] Cassazione Civile ordinanza del 5 novembre 31191; Cassazione Civile 3 dicembre 2021 n. 38216

premio

© Riproduzione riservata