Assicurare l’attività cyber ostile: Geneva Association alla ricerca di soluzioni sostenibili

The Geneva Association ha pubblicato l’ultimo report di una serie dedicata al cyber risk, all’interno del quale si cercano le possibili soluzioni per far fronte a questo rischio sempre più ostile

Il terzo e ultimo report della serie della Geneva Association e dell’IFTRIP sul terrorismo e la guerra cyber esamina la capacità del settore assicurativo di sottoscrivere i rischi legati all’attività cyber ostile e il ruolo delle partnership pubblico-privato nelle future soluzioni assicurative.

Le minacce alla sicurezza informatica sono uno dei principali rischi che le imprese devono affrontare nel mondo post-COVID. Il panorama informatico si sta evolvendo rapidamente e una recente impennata nella scala e nella frequenza dei cyber attacchi ha spinto gli assicuratori a rivedere le loro strategie di sottoscrizione.

cyber

Le sfide dell’attività cyber ostile per le assicurazioni

I cyber attacchi sponsorizzati dagli Stati che si spingono sino ad un vero e proprio conflitto militare – o attività cyber ostile (HCA) – rappresentano una sfida particolare per gli assicuratori a causa dell’enorme portata delle potenziali perdite accumulate. Questo ha portato a un significativo gap di protezione per gli incidenti di questa categoria.

Il report valuta il potenziale dei mercati assicurativi privati per coprire i rischi HCA, mettendo in evidenza che i rischi catastrofici HCA non possono essere assorbiti solo dagli assicuratori. Sarà necessaria una qualche forma di supporto governativo o di partenariato pubblico-privato (PPP) per promuovere la resilienza socio-economica a questi rischi.

Gli assicuratori e il settore pubblico dovrebbero prendere in considerazione le seguenti considerazioni chiave per garantire che qualsiasi schema futuro offra una protezione adeguata:

  • Sarà obbligatorio o volontario?
  • Offrirà una copertura singola o multirischi?
  • La copertura sarà parametrica o basata sull’indennizzo?
  • Il finanziamento sarà fornito prima o dopo l’evento?
  • Lo schema sarà basato su principi di mutualità o di solidarietà?
  • Sarà permanente o temporaneo?

Con questo ultimo report sul terrorismo e la guerra cyber, la Geneva Association cerca di incoraggiare la collaborazione del settore pubblico-privato sulla condivisione del rischio informatico per espandere i limiti della tanto necessaria assicurabilità in questo spazio.

Clicca qui per leggere il report.